rotate-mobile
Cronaca Bagno a Ripoli

Nubifragio di Ferragosto: "A Firenze sistema fognario dell'800"

Il Presidente di Publiacqua Perra: "Le caditoie? Erano state pulite poco tempo fa"

Quella che c'è stato a Ferragosto, nel Fiorentino, è una tempesta tropicale. Ma "la nostra rete fognaria è pensata per un clima dell'800, non del 2022" e "finché non decideremo di cambiarla" questi allagamenti potranno purtroppo capitare nuovamente. Lo dice il Presidente di Publiacqua, Lorenzo Perra, in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano La Nazione.

Quello del cambiamento climatico, dunque, è il problema alla radice degli allagamenti causati dal nubifragio. Il numero uno dell'azienda fiorentina parla a La Nazione del problema più importante che ha causato i problemi: un guasto all'impianto di Capannuccia. "E' un impianto di risollevamento, prende l'acqua dall'Anconella e la risolleva al Chianti. - ha spiegato - Purtroppo il temporale e le cariche elettrostatiche hanno bruciato le pompe", assicurando che l'impianto verrà riparato e tornerà presto alla normalità.

Riguardo alle caditoie, Perra ha sottolineato come fossero state pulite "poco tempo fa". Sia a Bagno a Ripoli che nei quartieri 2, 3, 4 e 5 di Firenze. Ma, si torna lì, il problema sono le precipitazioni sempre più massicce e la loro frequenza.

Rispetto ai problemi di gestione, Perra ha ribadito l'auspicio di una semplificazione nei soggetti interessati nella gestione. Oggi sono troppi: "Alia si occupa della pulizia delle strade, Global service del pronto intervento, Publiacqua delle caditoie e il Comune della manutenzione straordinaria". Un solo soggetto potrebbe invece avere una visione "a tutto tondo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio di Ferragosto: "A Firenze sistema fognario dell'800"

FirenzeToday è in caricamento