Incidente auto-moto: 23enne ubriaca al volante, rischia l'arresto

Denunciata dalla polizia municipale intervenuta sul luogo del sinistro

Ieri pomeriggio una pattuglia della municipale è intervenuta su un tamponamento nella rotatoria tra via Forlanini e via di Novoli: un incidente che ha visto coinvolte una macchina  e uno scooter.

Gli agenti, sul posto, hanno constatato che la conducente dell’auto rimasta coinvolta nel sinistro, una 23enne  domiciliata a Firenze per motivi di studio, manifestava evidenti segni di alterazione psicofisica e l'alito indicava l'ingerimento di un determinato quantitativo di vino.

Sottoposta al pretest per il rilevamento del tasso alcolemico è risultata positiva.  La giovane è stata quindi accompagnata presso gli uffici della Municipale per essere sottoposta ad etilometro: le due prove hanno dato esito la prima di 2,66gr/l e la seconda 2,87 gr/l, evidenziando così uno stato di ebbrezza grave ,con tasso alcolemico cinque volte superiore a quello consentito.

Gli agenti hanno proceduto nei confronti della donna con il ritiro della patente ai fini della revoca, e al sequestro ai fini della confisca del veicolo. Per questo reato è previsto anche il taglio di 10 punti patente.

La 23enne è stata denunciata per guida in stato di ebbrezza grave con l’aggravante di aver provocato un incidente: adesso rischia l'ammenda da 3.000 a 12.000 euro, e l'arresto da un anno a due anni.

l conducente dello scooter è rimasto leggermente ferito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • Centro: ex calciante rapina negozio di canapa sativa

  • Pelago, violenta rissa per un parcheggio: prognosi fino a 30 giorni, 4 denunciati

  • Salvini a Firenze, le sardine riempiono piazza della Repubblica: "Siamo 40mila" / FOTO - VIDEO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Cade in Arno, trascinato dalla corrente fino alla pescaia: salvato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento