rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Novoli

Novoli, aggredivano e rapinavano le prostitute: due arresti

Le volanti hanno arrestato due rapinatori di prostitute: in pochi minuti avevano messo a segno tre colpi nella zona di Novoli

Agivano in due a bordo di un’auto: quello al volante faceva salire la prostituta - la vittima di turno - poi, appena la macchina ripartiva in cerca di un posto appartato, dal sedile posteriore spuntava fuori il complice che minacciando la malcapitata con un coltello, si faceva consegnare i suoi averi. In questo modo la notte scorsa nella zona di Novoli, due uomini hanno rapinato almeno tre lucciole con altrettanti colpi a distanza ravvicinata. Si tratta di un romano di 39 anni e di un napoletano di 30, entrambi arrestati dalla polizia subito dopo il loro ultimo delitto in serie.

La prima delle tre giovani vittime - di età compresa tra i 22 e i 26 anni - è stata una ragazza albanese che, depredata delle sue cose in via Accademia del Cimento, è riuscita intorno alle 2.00 ad attirare l’attenzione di alcuni automobilisti e a dare così l’allarme al 113.

La donna ha fornito agli agenti la descrizione dei suoi aggressori e la targa parziale dell’auto sulla quale i due stavano viaggiando. Poco dopo un’altra volante di zona è stata fermata in viale Guidoni da una seconda ragazza albanese, anche lei derubata con lo stesso modus operandi dalla medesima coppia di malviventi. Trascorso qualche minuto è stata la volta di una terza analoga rapina consumata in viale XI Agosto, ancora una volta ai danni di un’altra prostituta. In tutte e tre le occasioni le parti lese, oltre a descrivere in maniera omogenea i due rapinatori, hanno lamentato il furto dei loro cellulari, di denaro contante e, nell’ultimo caso, di una borsa griffata.

Raccolte tutte le informazioni disponibili, gli uomini della squadra volante coordinati dalla sala operativa della Questura, si sono messi sulle tracce dei malviventi che non hanno neanche avuto il tempo di lasciare la zona. Non molto lontano i due sono stati quasi subito rintracciati mentre stavano facendo rifornimento ad un distributore: per entrambi sono scattate le manette con l’accusa di rapina aggravata continuata in concorso. Oltre al bottino dei tre colpi - interamente recuperato - e al coltello utilizzato per le rapine, all’interno del mezzo sono stati sequestrati altri 24 telefonini, tutti ritenuti dagli operatori di provenienza illecita e per i quali al momento sono in corso accertamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novoli, aggredivano e rapinavano le prostitute: due arresti

FirenzeToday è in caricamento