Cronaca Stadio

"No tramvia a Campo di Marte": presidio del candidato Marcheschi (Fdi)

In strada alcune decine di persone: "E' un'opera faraonica che non serve"

"Stop alla desertificazione di Firenze, salviamo Campo di Marte e Coverciano dai binari della tramvia. Cambiare il progetto si può!". Con queste parole è sceso in strada ieri pomeriggio, giovedì, tra viale dei Mille e lo stadio, il consigliere regionale uscente e ricandidato alle regionali di domenica e lunedì Paolo Marcheschi, di Fratelli d'Italia.

"Si è trattato del primo flash mob dei cittadini contrari all’abbattimento degli alberi e per difendere i posti auto Nessuno è contrario alla tramvia in se stessa ma diciamo no all’attuale progetto del Comune, un’opera faraonica quantomai inopportuna in un periodo di crisi economica dove le risorse dovrebbero essere utilizzate a sostegno delle attività economiche", dichiara Marcheschi, che ieri ha portato in piazza alcune decine di persone.

Il consigliere di Fdi ha promosso in passato un comitato che "ha raccolto già più di mille firme per dire no ai binari su viale dei Mille, Viale Malta e Viale Duse".

"Il Campo di Marte dice no ad un progetto di trasformazione soltanto per guadagnare 4-5 minuti nei collegamenti con il centro. Si potrebbero invece utilizzare i binari di superficie della stazione di Campo di Marte evitando una spesa multimilionaria. A questo flash mob - assicura il candidato alle regionali -, ne seguiranno altri oltre ad approfondimenti e confronti con i tecnici comunali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No tramvia a Campo di Marte": presidio del candidato Marcheschi (Fdi)

FirenzeToday è in caricamento