Omicidio Niccolò Ciatti: resta in carcere l'autore del pestaggio, slitta il processo

Rigettata per pericolo di fuga l'istanza di scarcerazione

Resta in carcere in Spagna Rassoul Bissultanov, il giovane ceceno in cella con l'accusa di avere ucciso in un pestaggio il 12 agosto del 2017 in una discoteca di Lloret de Mar il fiorentino 22enne Niccolò Ciatti.

Il giudice istruttore di Girona ha rigettato infatti, per pericolo di fuga, l'istanza di scarcerazione presentata dai legali del 25enne, nella quale avevano argomentato la richiesta ammettendo i colpi e il calcio in faccia inferti da Rassoul Bissultanov ma sostenendo che il loro assistito non voleva uccidere Niccolò Ciatti.

Gli altri due indagati con Bissultanov, pochi giorni dopo l'aggressione mortale ai danni del 22enne fiorentino sono stati rilasciati e sono tornati a Strasburgo, dove vivevano. Per loro resta il divieto di lasciare i Paesi dell'area Schengen.

Il giudice istruttore ha concesso inoltre alla procura una proroga delle indagini per sei mesi e quindi i tempi del processo slittano: non si dovrebbe celebrare prima del prossimo mese di settembre, mentre prima si ipotizzava giugno.

Palazzo Medici Riccardi: striscione 'perenne' per Niccolò / FOTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

  • Coronavirus: un nuovo Dpcm, dieci giorni per i regali e regole per lo shopping. Come sarà il Natale 2020

  • Coronavirus Toscana, 50.000 commercianti: "Sciopero fiscale, non paghiamo più le tasse"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento