Cronaca Careggi

Nascite: Careggi al top nella procreazione assistita

ThatMorning ha individuato le strutture migliori d'Italia

L’Italia è uno dei paesi europei con il più basso indice di natalità. Indubbiamente una percentuale non irrilevante del fenomeno è dovuta ad una scelta volontaria delle coppie, tuttavia oltre a ciò una fetta considerevole è rappresentata dall’aumento di infertilità.

Secondo una ricerca condotta dall’Istituto Superiore di Sanità, l’infertilità in Italia colpisce circa il 17% delle coppie italiane e in circa il 35% dei casi ad essere colpito è il partner maschile. Le principali cause dell’infertilità variano con particolare riferimento al sesso del partner: quella maschile si manifesta quando risulta poco elevato il numero degli spermatozoi sani o quando si verificano problemi disfunzionalità spermatiche. Tra le varie cause legate al problema sono state individuate dai ricercatori in particolare lo stress, il fumo, l’obesità e l’esposizione a fattori inquinanti.

ThatMorning ha attivato un tavolo di confronto tra gli specialisti in Italia per stilare una guida utile al trattamento dell’ infertilità maschile, analizzandone le peculiarità ed individuando le strutture più eccellenti, regione per regione. Una delle migliori in Italia è quella di Careggi

Il servizio è gestito dalla Dott.ssa Coccia che ha messo a punto la legge toscana sulla procreazione assistita, una delle prime in Italia. 

Per le coppie infertili che al giorno d’oggi desiderano avere un bambino si stanno ampliando sempre di più le possibilità per avviare le procedure per una Gravidanza Medicalmente Assistita e, a differenza di un tempo in cui andare all’estero era l’unica speranza, oggi non è più necessario dato che in Italia sono in continuo aumento le strutture sia pubbliche che private che offrono questo servizio; secondo il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente assistita ad oggi se ne contano in toto circa 260.

Operare un confronto tra le varie strutte non è però un’impresa semplice. Anche per questo motivo diventa necessaria una guida per individuare la struttura il più possibilmente vicino a casa e che pratica le tecniche in linea con il problema specifico della coppia. Certamente in primis può essere d’aiuto confrontarsi con il proprio medico di base, oltre che consultare il Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita presso l’Istituto Superiore di Sanità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascite: Careggi al top nella procreazione assistita

FirenzeToday è in caricamento