Il Genio sbarca a L'Avana: apre a Cuba il museo su Leonardo / FOTO

Inaugurazione con il sindaco di Vinci Torchia, opere in prestito per le mostre

Un ponte ideale da Vinci a Cuba, nel segno di Leonardo e dell'universalità del suo pensiero. E' nato nei giorni scorsi a L'Avana un nuovo museo rinascimentale dedicato al genio toscano: si trova all'interno del Castillo de Santo Domingo de Atarés.

Al taglio del nastro nella capitale caraibica presente, oltre all'Ambasciatore italiano a Cuba, Andrea Ferrari, anche il sindaco di Vinci, Giuseppe Torchia, che ha sancito personalmente, con questa visita istituzionale, il legame transoceanico tra la città di origine di Leonardo e la Repubblica cubana.

L'iniziativa, nata per volontà della Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana, in particolare dallo storico dell'arte Eusebio Leal, figura di spicco nell'ambito delle politiche culturali cubane, accomuna due importanti ricorrenze: il cinquecentenario dalla morte di Leonardo Da Vinci e i 500 anni dalla fondazione dell'Avana.

La nascita del Museo permanente sull’opera e la vita di Leonardo a Cuba, dunque, avvia ufficialmente un rapporto di collaborazione culturale e scientifica tra l'Oficina del Historiador e il Museo Leonardiano che porterà, tra le altre cose, anche al prestito di opere provenienti da Vinci per l'allestimento di piccole mostre tematiche nella capitale caraibica.

“La Città di Vinci, che ho l’onore di rappresentare, è ben lieta di avviare questa collaborazione - ha dichiarato Torchia - per promuovere ed approfondire, nella Repubblica cubana e in America Latina, la conoscenza di Leonardo, figura fondamentale del pensiero scientifico moderno. Ringrazio l’Oficina del Historiador per l'importante iniziativa e l’Ambasciata italiana, l’ambasciatore Andrea Ferrari e tutti i suoi collaboratori, che hanno favorito e supportato questo legame”.

In omaggio al nuovo istituto culturale cubano, il sindaco Torchia a nome della città di Vinci ha donato una pietra proveniente dal cantiere di restauro della Rocca dei Conti Guidi che ospita il Museo Leonardiano, corredata da una targa esplicativa: “quale simbolo della terra natale del grande artista e scienziato”. Pietra che sarà incastonata nelle mura del Castillo de Santo Domingo de Atarés e che testimonierà, nel corso del tempo, il legame tra le città dell’Avana e di Vinci.

“Il percorso museale che oggi inauguriamo è di alto valore culturale - ha detto ancora Torchia nel corso della cerimonia - E le celebrazioni del 2019, intese in una prospettiva non solo italiana, partendo proprio dall'universalità del pensiero di Leonardo, possono rappresentare un'importante occasione per affermare il primato della conoscenza per l’uomo moderno. Infine, da autentico uomo universale, quale Leonardo era, non posso che immaginarlo felice di sapere che oggi le sue opere, il suo genio sono celebrati ovunque nel mondo: dall’Italia, alla Francia, all’Europa, e da oggi anche nella Repubblica Cubana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento