rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Multe 'seriali': Palazzo Vecchio fa ricorso contro la sentenza del giudice che dice di pagare solo la prima

Italia Viva critica la decisione dell'amministrazione: "La sentenza pone un principio condivisibile"

Palazzo Vecchio farà ricorso contro la sentenza del giudice di pace che, come emerso nei giorni scorsi, dopo essere stato interpellato dall'Aduc, di fatto aveva sentenziato che, in caso di multe 'seriali', la sanzione da pagare sarebbe solo la prima. L'associazione dei consumatori aveva portato avanti il ricorso di un cittadino che aveva preso numerose sanzioni, nel giro di pochi giorni, all'autovelox di viale XI Agosto.

L'automobilista, il ragionamento alla base della pronuncia, non essendo avvisato tramite notifica della multa nel giro di pochi giorni, avrebbe continuato a portare avanti la condotta 'vietata' senza sapere di stare facendo appunto qualcosa di sanzionabile.

L'amministrazione, con l'assessore alla mobilità e alla polizia municipale Stefano Giorgetti, ha però sottolineato come nella sentenza si riconosca che la cartellonistica sia regolare e che quindi il cittadino abbia modo di rendersi conto del limite di velocità e della presenza dell'autovelox, a prescindere o meno della notifica della sanzione. Da qui la decisione del ricorso.

Il Comune: "Autovelox adeguatamente segnalato"

"L'amministrazione ha visto le motivazioni del giudice e ricorrerà. In viale XI Agosto, dove ci sono state queste sanzioni, l'autovelox, come riconosce la sentenza, è adeguatamente segnalato e rispetta la normativa. Il problema sarebbe che non sono state 'immediatamente' contestate al ricorrente", ha sottolineato infatti ieri in consiglio comunale Giorgetti, interrogato sulla questione dalla consigliera Barbara Felleca, vicepresidente dell'assise e passata recentemente dal Pd ad Italia Viva (e sulla questione 'multificio' Matteo Renzi ha più volte attaccato frontalmente il sindaco Dario Nardella).

"Si tratta di quattro multe prese in cinque giorni, e in cinque giorni non ci sarebbe nemmeno stata la possibilità di notificare le multe, anche se fossero stati accelerati i tempi, che sono, ricordo tra i 45 e i 60 giorni - prosegue Giorgetti -. Quindi l'amministrazione ricorrerà in merito a questa decisione, anche perché riteniamo che ci siano sentenze che dicono che questo tipo di motivazioni specifiche non è applicabile all'aspetto del controllo di velocità con autovelox".

Italia Viva critica

"Il ricorso non andava fatto. Dispiace apprendere questa decisione da parte dell'amministrazione, perché la sentenza pone un principio condivisibile. La sanzione deve essere immediatamente contestata al cittadino per dargli modo di correggere il comportamento", la replica di Felleca all'assessore.

Quanto al numero di multe, Giorgetti ha ribadito come le sanzioni da giugno ad ottobre siano "diminuite fino a dimezzarsi". Il dato di novembre non è invece ancora disponibile.

La sentenza: "Multe seriali? Pagate solo la prima"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe 'seriali': Palazzo Vecchio fa ricorso contro la sentenza del giudice che dice di pagare solo la prima

FirenzeToday è in caricamento