rotate-mobile
Sicurezza notturna

Movida, il Comune rimette gli steward

Da sabato sera torna il servizio. Nardella e Albanese: “Impegno al massimo nelle zone più frequentate”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Da domani sera tornano gli steward nelle piazze della movida e nelle zone che hanno bisogno di maggiore attenzione. Dopo l’esperienza in centro storico dove da due anni hanno lavorato per una movida sostenibile e rispettosa dei residenti, il Comune li aveva in via sperimentale estesi fino allo scorso gennaio anche nelle zone fuori dall’area Unesco più delicate sotto il profilo del decoro. E adesso Palazzo Vecchio ha deciso di riproporre per il terzo anno gli steward nelle aree più frequentate dal ‘popolo della notte’ ma anche in quelle che più necessitano di controlli. Così a partire da domani sera (6 aprile) gli steward effettueranno il venerdì notte, sabato notte e domenica notte dalle 22.30 alle 2.30 i loro presidi nelle aree più delicate fino al 6 gennaio 2025. 

Saranno 24 gli steward operativi (coordinati dalla polizia municipale nell’ambito di un più ampio dispositivo di sicurezza gestito e coordinato dalla Questura), suddivisi in maniera prevalente – ma modulabile in base alle necessità che potranno presentarsi - fra le zone  di Santa Croce, Santo Spirito, Sant’Ambrogio, Borgo La Croce-Pietrapiana fino a zona piazza dei Ciompi. Saranno anche in zona piazza Dalmazia, in zona piazza Isolotto e nelle zone di piazza Dalla Piccola, San Jacopino e le aree fra via il Prato, via Gabbuggiani, la  Leopolda e  aree limitrofe, via del Caravaggio e Piazza Matas. 

“Ripartiamo con gli steward che hanno funzionato nella gestione della movida nell’estate scorsa e nel presidio di alcune piazze” ha spiegato il sindaco Nardella. “L’obiettivo è prevenire situazioni di disturbo da parte delle persone che frequentano le piazze della movida e evitare cattivi comportamenti che troppo spesso generano degrado e insicurezza. Il progetto durerà molti mesi, fino al 2025, perché grazie alla presenza degli steward, in costante contatto con la polizia municipale e con le forze dell’ordine, vogliamo prevenire problemi e a rassicurare i cittadini nelle ore notturne”.

“Il progetto di sicurezza partecipata sta funzionando – ha aggiunto l’assessora Albanese – e per questo riproponiamo il servizio che serve ad aumentare gli occhi sulla città nelle strade più frequentate e in quelle che più hanno bisogno di controlli.  Come negli anni passati adatteremo le zone in cui operano gli steward in base alle esigenze che man mano potranno manifestarsi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, il Comune rimette gli steward

FirenzeToday è in caricamento