Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Movida e covid: ordinanza contro vendita e consumo di alcol in strada

Lo ha spiegato il sindaco Dario Nardella 

Gli assembramenti del weekend nelle piazze del centro storico costringono l’amministrazione comunale ad una nuova stretta dopo quella che ha interessato l’area di Sant’Ambrogio e le strade limitrofe. Il sindaco Dario Nardella ha spiegato, durante una diretta Facebook, come sia a conoscenza degli assembramenti di giovani intenti a bere nelle piazze, motivo per cui mercoledì sottoporrà al Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica (Cosp) una nuova ordinanza che dovrebbe entrare in vigore venerdì e che vieterà la vendita e la vendita da asporto di alcolici e superalcolici dalle 16 alle 22 nei giorni di venerdì, sabato e domenica. 

L’intento è quello di ridurre gli assembramenti - visti in centro e aree verdi nella settimana appena conclusa - per evitare rischio di contagio. 

Centro e aperitivi: scattano le multe per gli assembramenti

A questo si aggiungerà il divieto di stazionamento - tradotto il “fermarsi in strada” - per le aree di Piazza della Repubblica, Via Pellicceria, Piazza Santissima Annunziata e Piazza Santo Spirito. 

Verrà inoltre esteso il divieto di consumo di alcolici e superalcolici in area pubblica o aperta al pubblico - in vigore dalle 18 a livello nazionale - già a partire dalle 16. 

"Così non pretendiamo di risolvere il problema ma ridurremo le occasioni di assembramento negli spazi pubblici. Perché ci si può divertire ma si può farlo rispettando le distanze, mettendo la mascherina correttamente ed evitando assembramenti di ogni tipo".

"Sono restrizioni necessarie per evitare di andare in zona rossa, visto che se i livelli continuano ad essere questi il rischio diventa reale". "Prendere una birra o un mojito sarà vietato dalle 16 in poi". Salvo ovviamente il delivery. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e covid: ordinanza contro vendita e consumo di alcol in strada

FirenzeToday è in caricamento