Cronaca

Movida e coronavirus, controlli per il divieto di sosta: buona la prima 

Le forze dell'ordine hanno pattugliato il centro invitando a non formare assembramenti 

La movida fluida funziona. Almeno per il momento.  Infatti, nel primo giorno in cui è stata adottata la misura che prevede il divieto di stazionamento nei luoghi più caldi della movida, tutto è filato liscio.

Coronavirus, appello del sindaco ai giovani: "Reparti Covid già pieni"

Disposizioni sulle piazze del centro storico, volte a contenere assembramenti e il diffondersi del Covid19, che si vanno a sommare al numero chiuso di Piazza Santo Spirito dove in più di un caso si era arrivati oltre il limite. Polizia, carabinieri e vigili urbani hanno invitato giovani a non formare capannelli e la serata è passata senza problemi. 

Le multe nella prima notte 

Una multa da quattrocento euro è stata elevata dalla polizia in un pub di Piazza Salvemini dove cinque persone si erano attardate oltremodo  e non hanno liberato il locale entro gli orari stabiliti. 

Controlli anche della polizia municipale. Nella notte di venerdì sono state rilevate due infrazioni all’ordinanza comunale per attività di vendita di alimenti dopo le ore 20.00 nella zona di Santo Spirito. Altrettante le infrazioni al DPCM rilevate relativamente a attività di somministrazione, in un caso per presenza di più di sei persone allo stesso tavolo, in un altro per attività aperta dopo le ore 24. Due, infine, le sanzioni elevate per mancato uso della mascherina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida e coronavirus, controlli per il divieto di sosta: buona la prima 

FirenzeToday è in caricamento