Palazzo Vecchio: in mostra venti arazzi medicei| VIDEO

I primi quattro arazzi esposti sono Il sogno dei manipoli, Giuseppe racconta il sogno del sole, della luna e delle stelle, Vendita di Giuseppe e Lamento di Giacobbe

La serie di venti arazzi con Storie di Giuseppe, voluta dal duca Cosimo I de’ Medici e tessuta tra il 1545 e il 1553 su disegno di tre dei maggiori artisti dell’epoca, Agnolo Bronzino, Jacopo Pontormo e Francesco Salviati, torna in esposizione a Firenze nella Sala dei Duecento di Palazzo Vecchio. La mostra sarà visibile fino al 29 agosto 2021, e i venti arazzi saranno esposti a rotazione, quattro alla volta nella Sala dei Duecento, che entrerà così a far parte, per i prossimi 3 anni, del percorso museale di Palazzo Vecchio.

I primi quattro arazzi esposti sono Il sogno dei manipoli, Giuseppe racconta il sogno del sole, della luna e delle stelle, Vendita di Giuseppe e Lamento di Giacobbe. Quando Firenze era capitale del Regno d’Italia, tra il 1865 e il 1871, la serie fu divisa e dieci dei venti arazzi entrarono a fare parte del patrimonio reale, per poi giungere nel Palazzo del Quirinale a Roma e quindi infine passare in dotazione alla Presidenza della Repubblica. Gli altri dieci rimasero a Firenze, di proprietà delle ‘Gallerie’ statali della città, e nel 1872 vennero concessi in deposito al Comune da poco insediatosi in Palazzo Vecchio.

Da allora la serie è rimasta divisa tra Roma e Firenze, finché la mostra itinerante "Il Principe dei Sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino", organizzata in occasione di Expo 2015, non ha permesso di vederla di nuova riunita, per la prima volta dopo un secolo e mezzo, nel Palazzo del Quirinale a Roma, nel Palazzo Reale a Milano e infine in Palazzo Vecchio, nella stessa sala per la quale fu tessuta.  "E' un sogno che si avvera - ha commentato il sindaco Dario Nardella - aver riportato a Firenze gli arazzi medicei che qui furono pensati. Grazie al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da subito attento e disponibile a un percorso che culminò nella magnifica mostra unitaria in occasione di Expo e ora prosegue in questa esposizione che porterà tutti gli arazzi, a turno, nella loro sede originaria".

La mostra è visibile solo su prenotazione per un massimo di  25 persone ogni 30 minuti. Orario di visita: mart/merc/ven/sab/dom  dalle 10 alle 18, salvo chiusure straordinarie.

Informazioni e prenotazioni: museicivicifiorentini.comune.fi.it e musefirenze.it

Tel. (+39) 055 2768224 – (+39) 055 2768558

Biglietto:  3 euro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 26 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento