rotate-mobile
Cronaca San Casciano in Val di Pesa

Morto consigliere regionale del Pd

Una terribile notizia piomba sulla campagna elettorale

A soli 49 anni è morto questa notte Massimiliano Pescini, ex sindaco di San Casciano. Era al momento consigliere regionale del Pd e solo pochi mesi fa aveva scoperto di avere un tumore. Una notizia terribile che si abbatte sulla politica in questo momento di campagna elettorale per le elezioni amministrative.

“Te ne sei andato troppo rapidamente caro Massimiliano, amico e compagno di tanto impegno e tante battaglie. Sempre la figura per noi di equilibrio, dialogo, competenza e determinazione nel raggiungere gli obiettivi che ci proponevamo ma così profondamente umano da cercare di coinvolgere tutti nell’interesse della comunità. È per me un momento di profondo dolore, la reazione che avverto è 'non è giusto'. Con te se ne va una delle persone migliori nel condividere questo impegno. Piango un amico e compagno di strada che mi mancherà tantissimo, che la terra ti sia lieve Massi”, il cordoglio del presidente della Regione Eugenio Giani.

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Lutto e dolore espressi anche dal sindaco di Firenze Dario Nardella. “Un grande dolore e un immenso dispiacere per la prematura scomparsa di Massimiliano Pescini. Non ci sono parole per esprimere il dolore straziante per la morte di un carissimo amico e di un collega leale che ci lascia”, le parole del primo cittadino, a nome della città di Firenze e della città Metropolitana.

“Sempre al servizio del suo paese di origine e della sua terra, lascia in tutti noi un grande vuoto. Alla compagna Marina, ai familiari e amici, al consiglio regionale e a tutta la comunità sancascianese esprimo il più profondo cordoglio personale e quello del Comune e della Città Metropolitana”, aggiune il sindaco, che in segno di lutto ha disposto che le bandiere di Palazzo Medici Riccardi, sede della Città metropolitana, siano messe a mezz’asta.

“Massimiliano - il ricordo di Nardella - ha ha rappresentato il meglio della politica e delle istituzioni. Sindaco appassionato e competente, militante aperto al confronto e sempre, sempre vicino alle persone e ai loro bisogni. Uomo colto, gentile e attento a chi gli stava vicino, aveva un’ironia veloce con cui metteva sempre in luce anche gli aspetti divertenti delle cose. Ciao Massimiliano, amico mio indimenticabile, mancherai a tutti noi”.

"Oggi nessun post di campagna elettorale o altro, solo il silenzio per ricordare ed onorare Massimiliano Pescini, un galantuomo della politica, una persona perbene, un ottimo amministratore che con intelligenza, capacità e passione sincera ha servito la propria comunità fino all’ultimo. Riposa in pace Massi", così Stefania Saccardi, candidata a sindaca di Firenze per Italia Viva.

"Massimiliano era un amico.  Insieme abbiamo condiviso un pezzo di strada importante che non dimenticherò mai. Un momento in particolare ci ha uniti profondamente: il viaggio della memoria con i ragazzi delle scuole nel 2019. 
In quei luoghi in cui il dolore si tocca con mano, ho sempre in mente il ricordo di una persona sensibile e preziosa. Vivere insieme quei momenti ci ha legato per sempre. Nella sua vita Massimiliano si è sempre battuto per battaglie importanti con serietà e dedizione. La sua scomparsa segna un giorno triste. Per me e per tutta la nostra comunità democratica. Mi stringo alla famiglia con tutto il cuore. Ciao Massimiliano, mi mancherai", così su Facebook la candidata sindaca di Pd e centrosinistra Sara Funaro.

"Sconvolti per la morte del collega Pescini. Le nostre più sentite condoglianze ai familiari. Desideriamo esprimere la nostra vicinanza ai familiari del consigliere regionale Massimiliano Pescini, morto a soli 49 anni a causa di una grave malattia diagnosticata recentemente. Una terribile notizia che ci sconvolge letteralmente. Pescini era un politico preparato ed una persona affabile e le nostre più sentite condoglianze le vogliamo, ovviamente, estendere pure a tutti i consiglieri regionali del Pd, con in testa il capogruppo Ceccarelli", così afferma Elena Meini, capogruppo in consiglio regionale della Lega, anche a nome di tutto il gruppo.

Le battaglie al fianco dei lavoratori

"La notizia della scomparsa di Massimiliano Pescini è una di quelle che ti lascia senza fiato, che ti prosciuga la saliva che ti fa gonfiare gli occhi.  Io ho conosciuto Massimiliano durante la vicenda Laika, lui era sindaco di San Casciano.  Non ci pensò un attimo a sostenere le ragioni di lavoratori e lavoratrici Laika e della Fiom per il nuovo stabilimento.  Occupammo la sala consigliare in cui veniva discussa la variante urbanistica e il sindaco intervenne portando in quella sala le ragioni del lavoro e dello sviluppo. Un applauso scrosciante lo avvolse nella sua emozione. Oggi In Laika ci lavorano oltre 800 lavoratori, all’epoca erano poco più di 190. Quella battaglia è stata una battaglia vinta dalla lotta dei lavoratori e da Massimiliano: un Sindaco, un politico, un amico, un compagno. 
Ciao Massi", così lo ricorda su Facebook Daniele Calosi, storico leader della Fiom Cigl fiorentina.

Massimiliano Pescini era vicepresidente del gruppo Pd in Regione. Era stato eletto nel 2020 nella circoscrizione Firenze 2 con oltre 10mila preferenze (10.512 per l'esattezza), risultando il più votato in quella circoscrizione. Al suo posto, in consiglio regionale, subentrerà ora Fiammetta Capirossi.

Addio al Dj che ha fatto ballare generazioni intere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto consigliere regionale del Pd

FirenzeToday è in caricamento