Scandicci, cade da impalcatura: operaio di 48 anni muore sul lavoro

L'incidente è avvenuto durante i lavori di rifacimento della facciata di un condominio

Durante i lavori di rifacimento della facciata di un condominio, un operaio, per cause in corso di accertamento, è caduto da un'impalcatura ed è morto per le ferite riportate nell'incidente.

L'incidente è accaduto questa mattina, intorno a mezzogiorno, nella zona centrale di Scandicci nel tratto compreso tra il Comune e il Parco dell'Acciaiolo.

Sul posto, in via Cilea, sono intervenuti i sanitari del 118, personale della Asl, polizia municipale e carabinieri.

L'uomo, un 48enne di origini albanesi, è caduto da un'altezza di almeno 15 metri ed è morto sul colpo. Secondo le prime informazioni, lavorava per una ditta edile di San Miniato, in provincia di Pisa.

"Una notizia terribile. Siamo toccati nel profondo come persone e come comunità, sconvolti e amareggiati di come ancora si possa morire di lavoro. Oggi è un giorno tristissimo per Scandicci", ha scritto il sindaco Sandro Fallani su Facebook, postando la foto che vedete sopra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo già a due morti sul lavoro nel Fiorentino in edilizia durante l’emergenza coronavirus. Un’altra famiglia che piange un lavoratore che non torna a casa. E’ inaccettabile: quanti altri infortuni sul lavoro devono capitare per far capire che in edilizia c’è bisogno di più regole e non meno regole? Che sono pericolose le spinte di chi vuole allentare il Codice degli appalti a favore di una deregulation? E’ il momento che tutte le parti sociali assolvano il loro compito propriamente sociale, urgono disposizioni che non siano balzelli ma norme certe, precise, fruibili e applicabili. In questa fase di emergenza Covid19, dove ai protocolli sulla sicurezza sul lavoro si aggiungono quelli sulla salute con le misure antivirus, nei cantieri è urgente avviare subito l’attività dei comitati territoriali per la verifica delle disposizioni anti Covid19”, chiede Marco Carletti, segretario generale di Fillea Cgil Firenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Elezioni regionali: facsimile delle schede delle 13 circoscrizioni della Toscana 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento