menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isolotto: morto per un inseguimento tra auto, memoriale per Duccio

La giunta ha approvato il progetto definitivo

Un memoriale in ricordo di Duccio Dini, il 29enne fiorentino che ha perso la vita in ospedale l’11 giugno scorso dopo esser stato travolto in via Canova da un’auto coinvolta in un inseguimento tra rom. La giunta ha approvato il progetto definitivo curato interamente dall’associazione Duccio Dini onlus. Il memoriale sarà realizzato nello spazio comunale tra via Andrea di Bonaiuto e via Ambrogio di Baldese chiamato ‘Giardino di Duccio’, luogo in cui Duccio e i suoi amici hanno trascorso l’adolescenza.

“Il Memoriale è un modo per tenere sempre vivo il ricordo di Duccio - hanno detto l’assessore al Welfare Sara Funaro e l’assessore alla Toponomastica Andrea Vannucci -. Il progetto che ci è stato presentato dalla famiglia e dall’associazione Duccio Dini onlus è molto bello e lo abbiamo sposato fin da subito. Firenze è molto legata alla famiglia Dini e agli amici di Duccio e questo Memoriale farà sì che lui resti per sempre nei cuori e nella memoria di tutti i fiorentini. Sicuramente questo avverrà anche grazie all’attività dell’associazione - hanno concluso gli assessori Funaro e Vannucci - che è molto impegnata per realizzare una serie di iniziative in ricordo dell’amico scomparso”.

“L’associazione Duccio Dini onlus e la famiglia di Duccio esprimono un sentito ringraziamento nei confronti del sindaco Nardella e della giunta per l’approvazione del progetto del Giardino di Duccio - ha detto il presidente dell’associazione Luca Dini -. Siamo contenti per la vicinanza del Comune, che con questa approvazione ha risposto a una nostra richiesta e della famiglia affinché si possa mantenere viva la memoria di Duccio”.

Il progetto prevede la realizzazione di una struttura in cemento armato lunga circa 6 metri e alta 3 e mezzo, che sarà situata sul lato del giardino al confine con le proprietà private. Sul grande rettangolo, inserito nella pavimentazione in cemento architettonico, un artista fiorentino dipingerà un murale che ricorderà Duccio Dini, mentre di fronte ad esso saranno posizionati 17 cubi sempre in cemento architettonico di dimensioni diverse, come diversi tra loro sono gli amici di Duccio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Conte si è dimesso: spera nel reincarico ma teme una trappola

  • Cronaca

    Coronavirus: in Toscana 346 nuovi casi positivi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento