rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Malore fatale mentre va in bici: morto a 63 anni Enrico Cavaciocchi

L'uomo è stato colto da un malore mentre era in vacanza in provincia di Livorno

Enrico Cavaciocchi è morto mentre stava pedalando la sua bici a Rosignano, Livorno. Era in vacanza a Castiglioncello con un amico. A dare l'allarme è stato un passante che avrebbe notato il corpo di Cavaciocchi accanto alla bicicletta. Il ciclismo era una sua grande passione. 

L'uomo, 63 anni, sarebbe stato colto da un malore improvviso e a nulla sono serviti i soccorsi della Pubblica Assistenza di Cecina e del medico del 118, era stato avvertito anche un elisoccorso. Nonostante i tentativi di rianimazione non c'è stato nulla da fare e sanitari sono stati costretti a constatare il decesso dell'uomo. Sul posto è intervenuta anche la polizia municipale, l'amico della vittima, con lui in vacanza, ha avuto il triste compito di riconoscere il corpo dell'uomo.

L'uomo a Prato era particolarmente conosciuto: da cinque anni era presidente dell'Arci provinciale. Prima di partire per il fine settimana di vacanza, Cavaciocchi aveva presentato l'ultimo libro di Iacopo Melio che su Facebook ha voluto ricordarlo con parole di stima.

"Ieri pomeriggio Enrico Cavaciocchi, presidente provinciale ARCI di Prato, ha presentato il mio ultimo libro", ha scritto Melio. "Da quell’ora di confronto ci siamo lasciati con l’intenzione di collaborare per sostenere la cultura del territorio pratese attraverso l’installazione di librerie nei circoli, progetto in cui da tempo si stava spendendo. Perché su questo e su molto altro si è creata subito una bella sintonia tra noi. Oggi, mentre andava in bici, Enrico si è accasciato sul ciglio della strada e se ne è andato all’improvviso. E io non so proprio cosa dire", ha concluso Iacopo Melio.

Il cordoglio dell'Arci Prato

"Enrico, il suo immancabile sorriso, il suo entusiasmo contagioso nel lanciarsi in ogni nuova avventura, la passione e la disponibilità, la costanza e l’impegno dedicati a tutta l'associazione", inizia così il messaggio che l'Arci Prato ha scritto sui social in ricordo del suo presidente. "Non riusciamo a credere che tutto questo non ci sia più - si legge ancora - Oggi c'è un grande vuoto in tutta l'Arci, nei circoli, nei dirigenti, nei dipendenti, in tutti noi che l'abbiamo conosciuto e gli abbiamo voluto bene, non solo come presidente, ma anche come amico. Da domani cercheremo nell’energia che ci ha trasmesso la forza per proseguire".

Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia.

Schermata 2022-05-14 alle 20.13.42-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore fatale mentre va in bici: morto a 63 anni Enrico Cavaciocchi

FirenzeToday è in caricamento