rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

Morto l'uomo aggredito a Pisa da un fiorentino: decretata la morte cerebrale

Oggi potrebbe svolgersi l'udienza di convalida dell'arresto del 24enne

Non ce l'ha fatta Piero Orsini. Le condizioni del medico, pestato senza un motivo nel pomeriggio di lunedì in via Bovio (Pisa) da un 24enne fiorentino, sono precipitate nella notte tra martedì e mercoledì. Ieri mattina il personale sanitario del pronto soccorso ha decretato la morte cerebrale dell'ex neurologo e subito dopo si è riunita la Commissione ospedaliera che, trascorse sei ore senza segni vitali, ne ha certificato la morte.

Fin dai primi soccorsi prestati in strada dal 118, allertato dai testimoni, la situazione era apparsa compromessa: il giovane, uscito dalla sala d'aspetto di una struttura psichiatrica in via Bovio, che lo seguiva da tempo e dove lunedì era stato accompagnato dal padre, si era accanito sul corpo dell'ignaro passante con una furia incontrollata. Soltanto l'intervento di un residente, anche lui malmenato dal 24enne, e poi l'arrivo delle pattuglie della polizia erano riuscite a fermarlo.

L'aggressore è ancora piantonato dalla polizia nel reparto di psichiatria dell'ospedale pisano e le sue uniche parole sull'accaduto sono state: "Non ricordo nulla, ero arrabbiato". Agli agenti intervenuti sul posto e agli inquirenti che lo hanno interrogato dopo l'arresto non ha fornito altre risposte. L'udienza in Tribunale per la convalida dell'arresto del 24enne di origini fiorentine potrebbe svolgersi nella mattinata di oggi: al momento l'uomo è accusato di tentato omicidio del 74enne e lesioni personali gravissime e permanenti arrecate al 36enne. Dopo la conferma della morte di Piero Orsini, cambierà anche il reato ascritto al 24enne.

La famiglia di Orsini ha deciso di donare gli organi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'uomo aggredito a Pisa da un fiorentino: decretata la morte cerebrale

FirenzeToday è in caricamento