Morti sul lavoro, la strage quotidiana: in Toscana 72 vittime in un anno

I dati della nostra Regione e di Firenze in vista della giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro

Morti sul lavoro, è una strage quotidiana. Nel 2017 sono stati 1.029 in Italia (una media di quasi 3 al giorno), 72 in Toscana, i morti in incidenti sul lavoro: vite spezzate e famiglie devastate. La provincia più colpita, nella nostra Regione, è quella di Firenze, con 18 morti, poi Pisa con 11 e Arezzo con 9. Seguono Siena (7), Livorno e Prato (6), Grosseto, Lucca e Pistoia (4), Massa Carrara (3). Sono i i numeri diffusi dall'Inas Cisl.

Per ricordare che dietro le statistiche ci sono dei lavoratori, delle persone in carne e ossa, domani, venerdì 27 Aprile, in vista della Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro, l’Inas (il patronato della Cisl), ospiterà nelle proprie sedi attività di sensibilizzazione per informare le persone sui diritti e le tutele previsti in questo ambito.

“Nella nostra regione – dice il Direttore Inas Toscana, Marco Manfredini -, l’attenzione per il tema della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro c’è ed ha prodotto iniziative importanti, ma gli incidenti continuano, sia mortali che meno gravi, molto più numerosi, che si verificano ogni giorno e che ci dicono di non abbassare mai la guardia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non dobbiamo sottovalutare nemmeno il problema delle malattie professionali – aggiunge Manfredini -. Certo non hanno un impatto violento nel quotidiano, ma subdolamente, con l’esposizione prolungata a fattori di rischio, sono in grado di minare la salute dei lavoratori. Se ne parla sempre troppo poco e purtroppo sono moltissimi i casi di malattie professionali che non vengono denunciati. Invito i lavoratori a presentarsi in uno dei nostri uffici per sottoporsi, è facilissimo, a una visita medica e scoprire se si è affetti da una malattia professionale e, in quel caso, poter beneficiare dall’assicurazione Inail contro gli infortuni sul lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Firenze: le escursioni a due passi dal capoluogo toscano

  • Diakhate denunciato per aggressione: il calciatore si difende 

  • Coronavirus, focolaio in Mugello: 18 positivi e 300 in quarantena

  • Paura al parco delle Cascine: accoltellato più volte dal branco

  • Meteo: arrivano le piogge, scatta l'allerta

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze tra sagre e musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento