rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Morti sul lavoro, Draghi ricorda Luana: "Dobbiamo fare di più". La Regione attiva il fondo di solidarietà

All’unanimità il Consiglio Regionale approva una mozione presentata da tutti i capigruppo, per attivare la legge regionale per le famiglie delle vittime

"Esprimo il cordoglio mio e del governo per la morte della giovane Luana D'Orazio e degli altri cinque, ben cinque, lavoratori deceduti sul lavoro soltanto nell'ultima settimana".

Lo ha detto il premier Mario Draghi rispondendo, durante il question time alla Camera, a un'interrogazione sulle iniziative, anche normative, volte a garantire con urgenza adeguate tutele ai lavoratori e contrastare infortuni e morti sul lavoro. Draghi ha fatto il nome e cognome degli ultimi lavoratori caduti, mentre l'aula ha accolto le sue parole con un applauso.

"Siamo vicini alle famiglie e dobbiamo fare di più perchè continuano a succedere" gli incidenti sul lavoro, "l'attenzione al tema della sicurezza sui luoghi di lavoro è particolarmente necessaria in una fase di riapertura delle attività economiche", ha sottolineato il premier.

Consiglio Regionale: per Luana fondo di solidarietà

La Regione Toscana manifesterà alla famiglia di Luana D’Orazio, come a tutte le vittime di incidenti mortali sul lavoro, la propria piena solidarietà mediante l’immediata erogazione dei benefici previsti dal Fondo di solidarietà.

Lo prevede una mozione, presentata da Marco Stella (Forza Italia) e sottoscritta da tutti i capigruppo, che è stata approvata dall’aula all’unanimità. L’atto di indirizzo impegna la Giunta regionale anche a promuovere iniziative informative tese a sensibilizzare sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro e a favorire l’introduzione di nuove tecnologie utili a questo scopo nelle imprese della Toscana.

Luana, 22 anni, madre di una bambina di cinque anni, ha perso la vita lunedì 3 maggio scorso in un’azienda tessile a Oste di Montemurlo (Prato), dove lavorava da circa un anno, perché rimasta impigliata nel rullo di un macchinario.

La Regione Toscana ha istituito il Fondo di solidarietà alle famiglie delle vittime di incidenti mortali sul lavoro con legge 57 del 2008, poi modificata nel 2009.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, Draghi ricorda Luana: "Dobbiamo fare di più". La Regione attiva il fondo di solidarietà

FirenzeToday è in caricamento