rotate-mobile
Cronaca Empoli

Empoli: muore dopo 12 giorni di agonia, era stato operato per dei calcoli

Un infermiere in pensione di Castelfiorentino è morto dopo 12 giorni d'agonia all'Ospedale di Empoli. Era stato ricoverato per dei calcoli ma poi malori, uno choc ed infine il decesso. Sul caso indagano i Carabinieri

Sembrerebbe l'ennesimo caso di malasanita' quello accaduto all'ospedale San Giuseppe di Empoli. Li' infatti, ieri mattina, e' deceduto il 67enne Matteo Di Stefano, infermiere in pensione di Castelfiorentino, morto dopo 12 giorni di agonia a seguito di un'operazione per togliere i calcoli. I famigliari dell'anziano hanno presentato una formale denuncia alla stazione dei carabinieri per chiedere un accertamento delle cause che hanno portato al decesso dell'uomo, definito dai congiunti "sanissimo, in ottima salute".


La salma dell'uomo e' stata trasferita nel reparto di medicina legale dell'ospedale di Careggi, a disposizione del pm, che domani dovra' decidere se e quando fissare l'autopsia. Nel frattempo i carabinieri si sono recati all'ospedale di Empoli sequestrando le cartelle cliniche. Secondo quanto spiegato dai figli di Di Stefano, il padre e' stato sottoposto, il 10 gennaio scorso, ad un intervento di colecistectomia laparscopica per rimuovere i calcoli della colecisti. L'operazione duro' circa 40 minuti, ma dopo tre ore l'uomo ha iniziato ad accusare dolori forti, ed e' stato operato nuovamente la notte del 12 gennaio. A quel punto i medici hanno comunicato che nel corso del primo intervento era avvenuta una perforazione dell'ansa ileale, la quale ha provocato uno choc settico. L'anziano e' stato mantenuto in coma farmacologico ed e' deceduto ieri mattina intorno alle 7;30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli: muore dopo 12 giorni di agonia, era stato operato per dei calcoli

FirenzeToday è in caricamento