Cronaca

Morte Martina Rossi: slitta la sentenza in Cassazione

Per una questione procedurale deciso il rinvio al 7 ottobre

E' stata rinviata al 7 ottobre la sentenza della Cassazione in relazione al caso di Martina Rossi, la studentessa ligure che perse la vita il 3 agosto del 2011 precipitando da un balcone dell'albergo dove era in vacanza, a Palma di Maiorca.

Nel processo sono imputati Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni. Nei loro confronti il 28 aprile scorso la corte d'appello di Firenze ha deciso una condanna a 3 anni per tentata violenza sessuale. Nel corso del tempo l'accusa più direttamente legata al decesso, quella di morte come conseguenza di altro reato, si è prescritta.

Morte Martina Rossi: gli imputati ricorrono in Cassazione

Secondo la tesi dell'accusa Martina cadde dal balcone della camera 609 dell'hotel Santa Ana per sfuggire ad un tentativo di violenza sessuale. Il difensore dei genitori, l'avvocato Stefano Savi, ha spiegato che il rinvio di oggi dalla Suprema corte è stato deciso dai giudici per evitare problemi di competenza in forza del fatto che il procedimento era stato affidato alla sezione feriale.

"E' stato deciso per un rinvio al 7 ottobre - ha detto il penalista - Avremmo voluto concludere oggi, ma anche per quella data non saranno maturati i termini per una completa prescrizione".

Alla ripresa, tra poco più di un mese, saranno i giudici della quarta sezione a dover decidere sul caso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Martina Rossi: slitta la sentenza in Cassazione

FirenzeToday è in caricamento