rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca

Morte Luana D'Orazio: comincia il processo, subito a rischio rinvio

L'avvocata di uno degli indagati non potrà essere presente per legittimo impedimento: è diventata madre

A sei mesi dalla chiusura indagini del pm pratese Vincenzo Nitti sulla morte di Luana D'Orazio, la ventiduenne stritolata da un rullo mentre era al lavoro in una ditta di Oste di Montemurlo, il 3 maggio 2021, comincia oggi il processo davanti al gip Francesca Scarlatti del tribunale di Prato che vede imputati i titolari della ditta e un tecnico per omicidio colposo.

Morte di Luana D'Orazio: chiuse le indagini, tre indagati

Sulla prima udienza, specifica l'edizione odierna de Il Tirreno, incombe però già l'ombra del rinvio, per via del legittimo impedimento già inviato alla cancelleria del gup da parte dell'avvocato Melissa Stefanacci, difensore di uno dei tre indagati, ovvero il tecnico Mario Cusimano. La legale ha infatti inviato un certificato perché da pochi giorni è diventata mamma.

Al rinvio potrebbero aggregarsi anche le richieste degli avvocati delle altre parti, ovvero Alberto Rocca e Barbara Mercuri per la titolare dell'azienda Luana Coppini e per il marito Daniele Faggi, considerato dalla procura il titolare di fatto, oltre che dall'avvocato Gabriele Capetta che rappresenta l'azienda.

Questo, spiega sempre Il Tirreno, perché sono ancora in corso e quasi in dirittura di arrivo gli accordi e le pratiche per il risarcimento da parte della compagnia assicuratrice.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Luana D'Orazio: comincia il processo, subito a rischio rinvio

FirenzeToday è in caricamento