E' morto a Firenze don Renzo Rossi, 'il prete dei poveri'

Amico di don Milani ha speso una vita intera a fianco degli ultimi. Prima tra gli operai nelle fabbriche fiorentine, poi missionario a Salvador de Bahia, in Brasile, di cui è cittadino onorario

Don Renzo Rossi, foto archivio Caritas Diocesiana Firenze

Era conosciuto come il ‘prete dei poveri’. E’ morto questa mattina don Renzo Rossi, nato a Firenze nel 1925, amico di don Milani (fecero il seminario assieme) e sicuramente uno dei sacerdoti più conosciuti della diocesi fiorentina. La sua è stata una vita spesa a fianco degli ultimi. Prima una lunga esperienza vicino agli operai dentro alle fabbriche poi, tra gli anni ’60 e ’70, chiese e ottenne di aprire la missione fiorentina a Salvador de Bahia, in Brasile, di cui è cittadino onorario.

Per quasi 20 anni fece servizio nel paese sudamericano dedicandosi in particolare al servizio nelle carceri, primo sacerdote ad entrare nelle celle brasiliane, soprattutto a fianco dei detenuti politici. Tornato in Italia visse per brevi periodi anche in Africa, in Asia, in India, “tra i poveri, accanto a loro”, diceva sempre quando raccontava la sua vita ai giovani. Da qualche anno non aveva una parrocchia ma era a servizio della diocesi e del vescovo. L’arcivescovo Giuseppe Betori, nell'ottobre 2009 quando venne allontanato don Alessandro Santoro lo mandò per 5 mesi alle Piagge. “Gli avevo detto di non fare il bischero”, disse parlando di don Santoro che poi accolse “con gioia” al suo rientro nella comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RENZI – Questa mattina anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi, ospite a Radio Toscana, non ha mancato di ricordarlo: “Abbiamo ricevuto stamani con grande tristezza la notizia della scomparsa di don Renzo Rossi. Don Renzo è stato ed è per tutti noi il sacerdote della gioia; anche nell'ultima esperienza a Pontassieve si definiva così”. E ancora: “E’ una delle persone più straordinarie che abbia avuto la possibilità di conoscere” ha aggiunto Renzi. L’ultima volta che l’ho visto, venerdì, mi ha dato di bischero e mi ha detto, come faceva sempre con tutti, 'cerca di non imbischerirti troppo’. Continueremo a lavorare cercando di seguire questo affettuoso suggerimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento