menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cultura: addio a Donatella Carmi, vicepresidente Fondazione CR Firenze

Aveva 71 anni. Il cordoglio di Palazzo Vecchio

E’ morta nella notte dopo una lunga malattia Donatella Carmi Bartolozzi, vice Presidente di Fondazione CR Firenze. Aveva 71 anni.

"Sono e siamo tutti profondamente addolorati – dichiara il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori –. Abbiamo perso una grande donna e una cara amica. Crediamo che il miglior modo per onorarne la memoria sia dedicarle la prossima edizione del festival ‘L’Eredità delle Donne’ che sta per cominciare e che lei ha fortemente voluto e a cui ha destinato tante energie”.

L'impegno contro il cancro

Donatella Carmi era nata Siena nel 1949. Eletta nel 1995 nel consiglio direttivo della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - era poi diventata referente del progetto pilota CAMO (Centro di Aiuto al Malato Oncologico), un servizio di assistenza in cure palliative.

Qualche anno dopo - riporta Stamp Toscana - Carmi creò un comitato impegnato nella raccolta fondi per la costituzione di una Fondazione Italiana di Leniterapia per sostenere il malato grazie ad appropriati trattamenti medici di “cura” del dolore.

Nel 2001 costituì FILE, che oggi conta quasi 100 volontari tra medici, OSS, psicologi e fisioterapisti. Dal 2002, è stata “Invited Member” al Gruppo sull”‘Etica delle cure di fine vita” della Commissione Regir-aale di Bioetica Toscana, e dal 2009 era Rappresentante del settore Socio-Sanitario nella Consulta del Terzo Settore presso la Società della Salute di Firenze.

Il cordoglio di Palazzo Vecchio

“Con grande dispiacere apprendo della scomparsa della cara Donatella, da anni figura centrale della vita e della cultura cittadina, presenza discreta ma essenziale della Fondazione CR Firenze” afferma il sindaco Dario Nardella.

“Proprio due giorni fa - continua il sindaco - abbiamo presentato la terza edizione del Festival Eredità delle donne, al quale lei aveva lavorato appassionatamente fino all’ultimo. Per questo ci associamo alla proposta del presidente Luigi Salvadori di dedicarle la prossima edizione che si aprirà a Firenze tra pochi giorni”.

“Donatella era una persona innamorata del proprio lavoro e della cultura - sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi - e ci piace ricordarla proprio attraverso il suo operato, quel festival dedicato alle figure femminili più influenti della storia contemporanea che in lei aveva trovato una straordinaria ed efficientissima promotrice e che, malgrado la pandemia, ancora una volta e anche grazie al suo coraggio, potremo far svolgere nella nostra città”.

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Cronaca

    Gioberti: mega party, in 67 dentro casa

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento