Cronaca

Momi El Hawi: "Ci sarà nuova manifestazione a Firenze"

Il titolare della pizzeria Tito: "Probabilmente mi revocheranno la licenza, mi hanno preso di mira"

Momi El Hawi, il ristoratore che rischia la revoca della licenza per le numerose violazioni delle norme anti Covid e per aver riaperto il locale nonostante i sigilli di chiusura imposta dalla questura nelle scorse settimane, torna a parlare con una diretta sul suo profilo social.

"Mi hanno preso di punta ma sono tranquillo perché ho fatto la cosa giusta", dice El Hawi, che spiega come ora "tutte le mie energie le occupo per tenere in piedi le mie aziende e i 40 lavoratori che ci lavorano".

"Tantissime attività sono ancora chiuse, è un trucco. Spostano avanti di quindici giorni in quindici giorni le aperture", dice sul programma di riaperture fissato dal governo.

"Probabilmente mi revocheranno la licenza, perché orami è una situazione politica, sono scomodo", aggiunge nel video, dove cerca di reclutare aderenti al suo movimento IoApro.

"Sembra che a ottobre novembre si rifarà un passo indietro, perché spingono solo sui vaccini, addirittura se non sei 'tamponato' o vaccinato non puoi andare ad un matrimonio", attacca El Hawi, che annuncia anche le sue prossime nozze con la compagna.

Assicura che "sarà tra quelli che il vaccino non se lo fanno" e lancia una nuova provocazione: "Voglio fare il più grande evento di riapertura con la prima discoteca che riapre quando sarà permesso. Se poi una discoteca aderisce a Ioapro si fa subito e prepariamoci a battagliare con la polizia".

Poi annuncia che "sicuramente ci sarà una nuova manifestazione a Firenze, valuto come e quando. Lavoriamo ad una serie di iniziative. Sarebbe fantastico fare una grigliata in piazza Signoria. Facciamo una mega grigliata e la offriamo al sindaco, gli portiamo una bella bistecca".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Momi El Hawi: "Ci sarà nuova manifestazione a Firenze"

FirenzeToday è in caricamento