Molestie sessuali: accuse contro Franco Zeffirelli

L'attore Johnathon Schaech: "Avevo 22 anni, mi molestò". La replica del figlio adottivo Pippo: “Non è vero, è una vendetta”

Accuse di molestie sessuali contro Franco Zeffirelli. “Tentò di molestarmi nel 1993, sul set del film 'Storia di una capinera'. Con la scusa di insegnarmi, tentò di sedurmi fino dall'inizio”. A parlare, sul settimanale People, è l'attore Johnathon Schaech, che all'epoca aveva 22 anni, aggiungendo che una volta Zeffirelli avrebbe tentato di avere con lui un rapporto di sesso orale.

Le accuse, diffusesi ieri, sono state respinte con forza dal figlio adottivo del regista Pippo Corsi Zeffirelli, tramite una nota diramata attraverso la Fondazione Zeffirelli di Firenze. “Non sono vere. Zeffirelli gli diede la sua prima chance nonostante Johnathon soffrisse di una ostruzione alla gola che rendeva il suo parlare difficile. Per questa ragione Zeffirelli decise di far doppiare il personaggio interpretato da Schaech da un attore inglese e la cosa lo mandò su tutte le furie”, scrive Pippo Zeffirelli.

“Le accuse che oggi avanza il signor Johnathon Schaech hanno il sapore di un fumus persecutionis, di una vera e propria vendetta. Negli ultimi anni sono stato occasionalmente a contatto con lui via Whatsapp, senza che trapelasse mai traccia del disagio psicologico che il signor Schaech oggi afferma di aver vissuto. All'inizio di dicembre ho ricevuto una sua telefonata, circa una settimana un’email da parte della testata americana People Magazine mi anticipava le accuse di Johnathon”, aggiunge il figlio adottivo di Zeffirelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono stupito - conclude Pippo Zeffirelli -, che il signor Schaech abbia atteso così tanto tempo e scelto proprio questo momento per muovere le sue accuse, ora che il Maestro, a causa delle sue condizioni di salute, non può più difendersi. Si tratta di una chiara vendetta, con la speranza di ottenere notorietà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: le regole per negozi, supermercati e centri commerciali 

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento