rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Vicchio

Molesta l'ex moglie ma il tribunale lo assolve: "E' una vittima del Forteto, ha disturbo post traumatico"

Il 38enne imputato è stato abusato sia in famiglia che nella comunità mugellana capeggiata da Fiesoli

La comunità degli orrori non c'è più ma il suo fantasma continua e continuerà per chissà quanto ancora ad aleggiare nella mente delle vittime di Rodolfo Fiesoli e compagni.

Lo ricorda il caso di Alessandro Borgheresi, diventato 'l'omicida di Cuneo' e lo conferma anche una recente sentenza del tribunale fiorentino.

Un uomo di 38 anni, già affidato alla famigerata comunità mugellana del Forteto, è stato infatti assolto dall'accusa di aver minacciato e molestato l'ex moglie.

Alla base della motivazione del giudice, la circostanza per cui l'imputato ha subìto traumi e abusi durante l'infanzia, sia in famiglia sia in comunità.

La decisione del tribunale segue infatti la perizia in cui è stato stabilito che l'uomo "presenta un disturbo post traumatico da stress cronico ritardato, connesso al suo vissuto infantile".

Disturbo scaturito oltre dalla famiglia di origine, in particolare a opera del padre, "anche all'interno della struttura Il Forteto del Mugello, a cui era stato affidato all'età di 11 anni" scrive il giudice.

Da qui l'assoluzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molesta l'ex moglie ma il tribunale lo assolve: "E' una vittima del Forteto, ha disturbo post traumatico"

FirenzeToday è in caricamento