Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

“È stata come una tempesta tropicale” / FOTO

Il nubifragio che ha colpito il Mugello ha fatto numerosi danni. Si teme un peggioramento in serata

“Ieri mi ha chiamato il commissario Figliuolo e voleva una descrizione di quanto stava accadendo. Avendo vissuto nei Caraibi, l'unica cosa che mi è venuta da dire è che si trattava di una tempesta tropicale. Se volete capire cosa è caduto ieri su Palazzuolo sul Senio e sul Mugello, guardatevi un documentario sulle tempeste tropicali”. Gian Piero Moschetti, sindaco di Palazzuolo sul Senio riesce a fare il quadro della situazione in poche parole. Il violento nubifragio che ha colpito la zona del Mugello è stato un “qualcosa di mai visto negli ultimi 75 anni”.

Distrutti ponti

A Palazzuolo sono stati danneggiati fortemente due ponti, tra cui quello secolare sulla via di Badia di Susinana. “È lì da centinaia di anni ma niente era mai riuscito a indebolirlo così – continua Moschetti – ci sono danni che non ci aspettavamo. Anche un ponte in cemento armato che è lì da 70 anni è stato fortemente danneggiato. Non riusciamo a capire cosa sia successo. L'altra volta quando la pioggia ha causato l'emergenza, fondamentalmente è stata molto forte ma un temporale dei nostri. Ma questo no. Una violenza, una discesa verso terra allucinante. Si è scatenata in pochissimo tempo, come le tempeste tropicali ma con le caratteristiche di un temporale nostro, quindi più forte e fredda”.

Picchi di 180millimetri di pioggia

Come si legge sui social dei vari comuni del Mugello, le intense precipitazioni hanno causato allagamenti ed esondazioni di fiumi e torrenti. Le strade principali sono state rese agibili già dal primo mattino anche se numerosi smottamenti si sono susseguiti su tutto il territorio come a Firenzuola dove ha causato problemi sulla provinciale del Giogo. “I cumulati registrati nella serata di ieri sono stati veramente importanti con picchi di 180mm” come spiegano sulle pagine dell'Unione Comuni Mugello. Alcune zone, come le frazioni di Villore e Paterno a Vicchio sono rimaste senza luce mentre a Molezzano-Le Buche la linea telefonica è assente a causa di un cavo della Telecom che si è tranciato. Pali della luce e alberi caduti registrati sulle strade di Dicomano dove La Sieve, che ieri aveva superato il primo livello di guardia, oggi è rientrata normalizzandosi. Tra i vari accadimenti, a Borgo San Lorenzo un albero ha ostruito il passaggio alle auto sulla sp41 Sagginalese mentre il comune ha diramato il codice giallo per rischio idrogeologico fino alle 23,59 di domani.

Il vento fa paura

Insieme al timore per un probabile peggioramento previsto in serata, come se non bastasse da stamattina il Mugello è interessato da forti raffiche di vento che hanno fatto registrare raffiche con velocità di oltre 90 chilometri orari sui Monte Giovi e Giogo. Oltre alla chiusura di parchi e giardini, la paura è per la viabilità e non solo visto che le forti piogge hanno ammorbidito il terreno e gli alberi potrebbero riprendere a cadere. “Il vento forte che sta interessando il territorio potrebbe causare la caduta di alberi e alcune parti della viabilità sono da verificare” fanno sapere dal comune di Barberino del Mugello dove a Latera e Cornocchio si sono registrati problemi all'impianto idrico. A Marradi invece il fortunale ha abbattuto alberi e causato alcune frane. La conta dei danni è ancora in corso.

FOTO-Maltempo Mugello: come una tempeste tropicale

Tutte le notizie sul maltempo 

Allagati anche gli ospedali, è stato di emergenza regionale

Esonda fiume, auto portate via come giocattoli / VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“È stata come una tempesta tropicale” / FOTO
FirenzeToday è in caricamento