menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della presentazione

Un momento della presentazione

Migranti: un video racconta la storia dei minori in città, arrivati soli e senza nessuno

Realizzato da Massimo Tarducci, il montaggio racconta una dura realtà

C’è chi arriva dal Gambia e chi dall’Albania. Hanno visto e vissuto cose terribili,  ma ora sognano di fare il cuoco, il calciatore, il ballerino.  Sono tutte persone che vivono a Firenze, imparano l'italiano, fanno volontariato, praticano sport e apprendono mestieri: sono i migranti minori, non accompagnati , i protagonisti del video di Massimo Tarducci (intitolato “Intreccio di popoli - docureportage sui migranti minori non accompagnati”)  presentato nell’Auditorium del Consiglio regionale. Un progetto importante, che punta solo a raccontare storie di vita quotidiana. Comune diffuso da una nota del sindacato, ad oggi sono 477 i migranti in Toscana, e 288 coloro che vivono a Firenze.

La Cgil e la Flc Cgil hanno spiegato di aver aderito “al progetto di questo video perché vogliamo tutelare non solo i diritti del lavoro ma anche di chi scappa dallo sfruttamento e cerca migliori condizioni di vita. Convinti che l’inclusione sia la strada giusta, a partire dalla scuola e dai minori”.  Il video parla dei minori stranieri: intervistati, tutti raccontano la loro storia, cosa fanno, cosa sognano. Immagini che spesso parlano da sole, che raccontano spesso una dura realtà.

A salutare gli studenti, il presidente dell''Assemblea toscana, Eugenio Giani. "Un''iniziativa utile,  perché spesso dalla notizie trasmesse in Tv emergono solo le cifre. E si finisce per considerare gli uomini come numeri, perché da parte di molti c''è un egoismo che vuole che tutto rimanga come è, in una visione di nazione sclerotizzata. Invece -  ha commentano Giani all'Ansa - si parla di uomini, di donne e di bambini,
persone che si trovano ad abbandonare le loro radici e i loro affetti perché in quei luoghi non possono più vivere. Ed è fondamentale porsi il problema di come creare le condizioni per permettere a chi è minorenne di costruirsi una vita". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento