Migranti: striscioni contro la cooperativa d'accoglienza

Segno di protesta contro "precariato" e "notti passive" 

Lo striscione di protesta davanti al centro

Blitz nella notte di fronte alla sede del gruppo cooperativo Co&So, in via di Val di Pesa a Firenze. Sono stati attaccati, come riporta l'agenzia AskaNews, due striscioni che prendono di mira il precariato e le cosiddette "notti passive", oggetto più volte di proteste da parte dei dipendenti, "costretti", da quanto denunciano, a svolgere alcune notti al mese dormendo in struttura, svolgendo di fatto le mansioni di un custode di notte.

Ma queste ore non vengono considerate di lavoro a tutti gli effetti e sono retribuite per pochi euro complessivi, in genere non più di cinque. Un sistema in vigore soprattutto nel sistema dell'accoglienza per migranti. 'Cooperative di lucro senza scopi sociali', 'Imbroglioni, notti passive e precariato. Campioni d'accoglienza? No, campioni di sfruttamento', si legge sui cartelli apposti.

Inchiesta sui centri migranti

Solidarietà ai lavoratori è stata espressa daa capogruppo di Sinistra Progetto Comune Antonella Bundu e del consigliere Dmitrij Palagi: "Siamo da tempo impegnati a sostenere i lavoratori e le lavoratrici delle cooperative sociali che fanno accoglienza. Questa notte sono stati attaccati in forma anonima due striscioni per denunciare le condizioni in cui versano importanti professionalità, mortificando sia chi non si vede riconosciuto adeguatamente nelle proprie competenze, sia chi svolge attività meno qualificate ma deve accettare condizioni ai limiti della legalità. L’istituto delle notti passive in struttura non era e non è previsto nei bandi della Prefettura, invece CO&SO insiste nel richiederle a chi opera al suo interno. Lo sfruttamento nel mondo dell’accoglienza si innesta in un contesto di per sé fragile, oggi circondato da un pesante clima di ostilità da parte della maggioranza politica. La retorica impegnata a contrastare la solidarietà è complice di chi guarda ai drammi sociali come occasione per costruire una sorta di mercato, sulla pelle delle lavoratrici e dei lavoratori, oltre che delle persone accolte. In questo ci troviamo a dare tutta la nostra solidarietà a questa categoria, richiamando le forze di governo locale e nazionale alle responsabilità enormi che hanno. Sul tema dei migranti si lucra politicamente, permettendo una situazione inaccettabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

Torna su
FirenzeToday è in caricamento