rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Centro Storico / Via Camillo Cavour

Centro storico: migliaia con i trattori contro la svendita di Mondeggi / FOTO

Appeso uno striscione sul Ponte alla Carraia e messa un'installazione green davanti Eataly contro Oscar Farinetti. La risposta della Città Metropolitana: "Siete abusivi"

Un migliaio di persone ha partecipato al corteo coloratissimo e festoso che è partito ieri sera verso le 18 e 30 da Piazza San Marco per combattere contro la vendita di Mondeggi. Si tratta di una terra di 200 ettari di proprietà della Città metropolitana. La manifestazione è stata fatta nell'ambito della tre giorni di Genuino Clandestino, una rete nazionale che promuove l'agricoltura contadina in contrapposizione a quella industriale.

Dopo essere partiti si sono fermati davanti alla sede della Città metropolitana in via Cavour fischiando, la risposta dell'istituzione è stata chiudere la porta. "Abbiamo cercato di creare dei tavoli con loro ma non ci hanno mai ascoltati" ha urlato dal microfono Alessio Capezzuoli di Mondeggi-Bene Comune. 

Poco dopo si sono fermati davanti a Eataly, la catena di negozi di Oscar Farinetti. "I lavoratori di Eataly sono stagisti o con contratti precari, non è il lavoro che vogliamo" ha detto un militante di Genuino Clandestino. Passato il corteo i militanti hanno allestito un'installazione davanti al negozio con fiori ed erbe.

E poi hanno sfilato in Piazza del Duomo e Via dè Cerretani fino ad arrivare a Piazza Santa Maria Novella, sempre cantando e ballando e, ogni tanto, intonando qualche slogan contro il Partito democratico.

In piazza un gruppo teatrale ha dato vita ad un suggestivo spettacolo: le comparse vestite di nero facevano la parte di coloro che impediscono la libertà, mentre le altre cercavano di sfondare il cordolo fatto dagli altri colleghi. Potevano sembrare scene di tensione ma il messaggio della performance è stato: "Uniti possiamo vincere".

Il video della performance

A Santa Maria Novella al corteo si sono aggiunti due trattori, uno dei quali guidato da Giovanni Pandolfini (tra i fondatori di Mondeggi-Bene Comune), poi sono arrivati sul Ponte alla Carraia dove hanno appeso un maxi-manifesto con su scritto "Contro chi specula e devasta difendiamo i beni comuni"

Corteo in centro per Mondeggi

B

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico: migliaia con i trattori contro la svendita di Mondeggi / FOTO

FirenzeToday è in caricamento