rotate-mobile
Cronaca

Emergenza caldo, ancora codice rosso: il termometro a 40° gradi 

La Protezione civile comunale stima in dieci ore la durata del disagio derivante dal caldo. Ecco tutti i consigli per evitare possibili malori

L'emergenza caldo non si ferma. Anche domani sarà codice rosso con il termometro che toccherà temperature molto elevate. La Protezione civile del Comune di Firenze fa sapere che si potrebbero sfiorare i 40 gradi centigradi di massima al sole (con 10 ore di ‘disagio caldo’).

Restano quindi validi i consigli per la popolazione, in particolare per i soggetti a rischio (come anziani, bambini, etc). Tra questi uscire il mattino presto o la sera tardi, evitando di farlo nelle ore calde (ovvero dalle 11 alle 18), e di svolgere esercizio fisico o lavoro intenso; fare bagni e docce d’acqua tiepida; indossare vestiti leggeri e comodi in fibre naturali; arieggiare la casa durante le ore fresche, come la sera tardi e durante la notte per fare entrare l’aria fresca; dormire e soggiornare nelle stanze più fresche in assenza di condizionamento, evitare correnti d’aria; chiudere vetri e le persiane durante le ore calde del giorno e provvedere a schermare i vetri delle finestre con persiane, veneziane o almeno tende, per evitare il riscaldamento eccessivo dell’ambiente; limitare l’uso del forno e utilizzare gli altri elettrodomestici (lavatrice, ferro da stiro, lavapiatti, etc.) durante le ore notturne; bere almeno 2 litri al giorno, anche in assenza di stimolo sete, evitando le bevande fredde e quelle alcoliche, mangiare frutta fresca come agrumi, fragole, meloni e verdure come carote, lattuga e peperoni; consumare pasti leggeri e conservare gli alimenti deperibili (carne, latticini, dolci con creme etc.) in modo corretto.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza caldo, ancora codice rosso: il termometro a 40° gradi 

FirenzeToday è in caricamento