Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Nardella: "Ce la faremo come dopo nazifascismo, alluvione e Georgofili"

Il messaggio del sindaco

 

"Il cammino è lungo, ma insieme ce la faremo". Il sindaco Dario Nardella punta su un messaggio motivazionale per commentare le prime battute della cosiddetta fase 2 dell'emergenza Coronavirus. Con l'allentamento del lockdown, Firenze si prepara alla sfida della ricostruzione. E il sindaco in un video pubblicato su Facebook prova a raccontare questo cammino di rinascita, partendo dalle ferite che la città ha dovuto subire e superare nel secolo scorso: "Siamo stati bombardati e attaccati dai nazifascisti- afferma, mentre scorrono immagini d'epoca alternate a vedute della città in questi giorni- abbiamo vissuto il dramma dell'alluvione nel 1966. Siamo stati colpiti da un attentato terroristico mafioso che ha squarciato il cuore culturale della città e del mondo intero. Ma abbiamo ricostruito strada per strada, casa dopo casa. Ci siamo rialzati. Abbiamo salvato migliaia di opere d'arte e di volumi dal valore inestimabile. Abbiamo portato pace laddove c'era dolore". Per questo, prosegue, "sappiamo che sarà dura, ma supereremo anche questo periodo, prendendosi cura gli uni degli altri. Nessuno sarà lasciato solo, perché siamo Firenze, siamo un popolo orgoglioso, fiero della propria storia e della propria identità. E ce la faremo. Anche questa volta rinasce Firenze". 

 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento