Cronaca

Covid, Betori: Messa della vigilia di Natale in anticipo

"Già alle 16:30 - 17:30. E proveremo a fare messe per bimbi"

Nell'anno del covid le celebrazioni religiose del Natale scatteranno con la "messa vigiliare, già nel pomeriggio, quindi alle 16.30, 17.30 o comunque intorno al vespro". Poi ci sarà la messa della notte, "tra le 19.30 e le 20.30, così che ci sia la sicurezza" di far tornare i fedeli a casa prima dello scoccare del coprifuoco generale delle 22.
Infine il 25 dicembre sono previste le celebrazioni dell'aurora e del giorno. Lo spiega l'arcivescovo Giuseppe Betori nell'appuntamento convocato per rivolgere i tradizionali auguri di Natale alla stampa cittadina.

"Ho visto dai miei preti che molti hanno intensificato, a volte immettendole, la messa vigiliare". Inoltre "per il giorno di Natale la Santa Sede ha dato la possibilità ai sacerdoti di dire fino a quattro messe. Avremo quindi più" occasioni per la preghiera. Sulle presenze, quindi i rischi di assembramento, è lo stesso Betori che sottolinea: "Lo scoppio del covid ha segnato molto le nostre comunità': gli anziani non escono di casa". Mentre i genitori sono restii a portare i bambini "a una celebrazione comunitaria ampia". Per questo, rivela, "proveremo a fare delle messe proprio per i bambini, per non creare situazioni di pericolo per loro".  

Giani: "Toscana gialla"
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Betori: Messa della vigilia di Natale in anticipo

FirenzeToday è in caricamento