menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impruneta, a scuola la mensa interattiva: un'app per menu e suggerimenti

Il nuovo servizio che servirà 800 bambini: aumentano le grammature. E per le feste menu speciali

Menu, alimentazione e stili di vita, comunicazioni, suggerimenti: tutto in un clic. Un modo per rendere il servizio più pratico e interattivo, quello del Comune di Impruneta con la ristorazione scolastica affidata alla Vivenda Spa.

Sarà infatti la società del Gruppo La Cascina, già coinvolta fra i vincitori del bando fiorentino, a prendersi cura dell'alimentazione di 800 bambini del comune fra nido, materne e primarie (oltre alle tavole del centro di socializzazione).

Un’app che, oltre a riproporre i contenuti del sito internet, descriverà la “Carta d’identità del piatto’’ dove saranno elencati gli ingredienti delle varie ricette, gli allergeni ed eventuali avvertenze speciali quali, per esempio, informazioni sulla carne con o senza derivati del maiale oppure con o senza derivati del latte.

Ciascuna preparazione sarà anche indicata per tipologia e per profilo alimentare, con prodotti da produzioni biologiche e di filiera corta toscana. Il servizio di ristorazione tiene conto anche delle differenti esigenze alimentari legate a fattori allergici, a particolari patologie, a diversi credo religiosi

In occasione poi di particolari festività (Natale, Pasqua, Carnevale, festa della mamma e del papà, Halloween, fine anno scolastico) Vivenda Spa garantirà la preparazione di pietanze caratteristiche della festa.

"Seguendo sempre le linee guida del Ministero della Salute, saranno aumentate alcune grammature di piatti e alcune preparazioni a base di frutta e verdura fresche", si legge in una nota.

L’offerta alimentare sarà sempre ripartita in quattro settimane cicliche e stagionali e vedrà la presenza di nuove pietanze come crema di carote, quinoa, farro, pasta integrale, merluzzo all’elbana, pasta al nasello. La pizza, amatissima dai piccoli, sarà cucinata per due volte al mese.

"Da febbraio - si agginge - saranno confermate le modalità di pagamento della quota di compartecipazione a carico delle famiglie con un duplice obiettivo: offrire molteplicità di soluzioni e ridurre i ritardi e morosità nei pagamenti. Diversi i canali che saranno attivati: la Coop; esercenti locali come tabaccherie; via internet; banche e atm; sportello diretto a Tavarnuzze e Impruneta.

Vivenda assicura anche attrezzature innovative e sostenibili, oltre a percorsi di educazione alimentare. L’assessore alla Pubblica istruzione di Impruneta, Sabrina Merenda, ha commentato il refettorio di Tavarnuzze come "uno spazio interattivo, luminoso con una cucina bellissima di proprietà del Comune, al confine fra il bisogno primario di nutrirsi bene con il desiderio di istruirsi in uno scambio fra bambini e adulti. Combattere gli sprechi alimentari, insegnare ai bambini a produrre un orto, parlare di anoressia e cibarsi di buone materie prime che fanno parte della nostra toscanità”, ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Aerei: caccia in volo sopra Firenze / VIDEO

  • Cronaca

    Gioberti: mega party, in 67 dentro casa

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento