Empoli: dai piccoli agricoltori i prodotti a km 0 per le mense scolastiche

L'amministrazione apre un bando rivolto ai produttori locali per promuovere e sostenere la filiera corta

Un bando rivolto ai piccoli agricoltori locali, affinché forniscano alle mense scolastiche di Empoli prodotti locali, a km 0, da inserire nei menu delle refezioni per gli alunni.

Il Comune di Empoli avvia un’indagine per mettersi in contatto con piccoli imprenditori empolesi e toscani che possano fornire alla mensa scolastica comunale anche piccole quantità di prodotti di provenienza locale a km 0, o comunque di zona, da destinare ai pasti nelle scuole cittadine. Lo rende noto l'amministrazione comunale.

Ogni giorno al Centro Cottura Comunale di Via Bonistallo, a due passi dal polo scolastico, vengono preparati circa 2.500 pasti per gli studenti empolesi oltre a 450 pasti preparati giornalmente nelle cucine dei nidi d’infanzia. Sono presenti inoltre 29 micro-cucine periferiche, dislocate nei vari plessi scolastici.

“La novità di questo avviso è che il Comune si rivolge anche a piccole e piccolissime produzioni che possono fornire alla mensa comunale, attraverso progetti ad hoc, quantitativi anche minimi dando l’opportunità quindi a tutti gli imprenditori agricoli di essere inseriti in questa filiera”, si spiega dal Comune.

Per il 2020 peraltro la Regione Toscana ha previsto incentivi per le scuole che decideranno di adottare i prodotti toscani per la refezione scolastica.

Mense scolasitche Empoli: bando per piccoli agricoltori

"Il Comune nel selezionare – fra i prodotti segnalati – quelli da avviare a “progetto”  terrà in conto il valore nutrizionale dell'alimento, la compatibilità con le diete approvate dalla Asl e le caratteristiche del prodotto come stagionalità, qualità e territorialità", si legge nella nota diffusa.

"Il Comune intende promuovere al massimo il rispetto della salute, dell'ambiente e soprattutto potenziare gli acquisti a chilometro zero e a filiera corta.

La fornitura di generi alimentari a “chilometro zero” e “filiera corta” rappresenta pertanto un importante obiettivo  dell'amministrazione comunale volto a coniugare, nelle proprie scuole, “la buona ristorazione” con la sostenibilità ambientale, il risparmio energetico con il rafforzamento della relazione socio-economiche territoriali e, non da ultimo, volto a incentivare lo sviluppo dell'economia locale". 

Tutte le informazioni per partecipare saranno pubblicate sul sito del Comune di Empoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eventuali richieste di informazioni e di chiarimenti potranno essere presentate, al Comune, a mezzo PEC, alla seguente casella di posta elettronica certificata: comune.empoli@postacert.toscana.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento