rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Meningite in Toscana, la Simg: "Vaccino ogni 5 anni"

Il presidente: "Regione si è mossa con grande tempestività"

Richiami con cadenze quinquennali contro la meningite. E' quello che è emerso durante la cerimonia di inaugurazione del XXIII congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie (Simg). "Il problema meningite in Toscana va studiato nel dettaglio - ha spiegato in una nota il presidente Claudio Cricelli - perché rappresenta una novità scientifica e noi come medici di medicina generale lo stiamo facendo. Non sappiamo ancora perché questi ceppi si siano incattiviti, non capiamo il modello di diffusione e soprattutto perché stanno colpendo in gran prevalenza solo la Toscana".  

"La Regione - aggiunge - si è mossa con grande tempestività e attenzione per capire il fenomeno, combatterlo e impedire che si possa espandere in altre regioni, per esempio con il trasferimento in altre parti d'Italia di cittadini di questa Regione. Dobbiamo, però, prendere atto che, al contrario di quanto si credeva fino a ieri, la vaccinazione antimeningococcica non protegge per decenni, ma ogni cinque anni va rifatta. E questo rappresenta una novità. In ogni caso, dobbiamo invitare tutti i cittadini, anche quelli non considerati a rischio, a vaccinarsi. In questo senso la regione toscana sta lavorando con grande professionalità. Come medici di medicina generale della SIMG manteniamo altissima la guardia e, senza creare allarmismi ingiustificati, dobbiamo monitorare, d'intesa con le Istituzioni, quotidianamente la situazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meningite in Toscana, la Simg: "Vaccino ogni 5 anni"

FirenzeToday è in caricamento