rotate-mobile
Cronaca

Medici e infermieri no vax: venti nuove sospensioni

Sono 172 gli operatori sospesi. In crescita le revoche

Sono 172 finora gli operatori sospesi per inadempimento dell’obbligo vaccinale. Oggi per altri 20 professionisti dipendenti dell’Azienda sono state firmate le delibere di sospensione che troveranno applicazione da domani. Si tratta di 11 infermieri, 2 medici, 2 fisioterapisti, 1 tecnico, 1 ausiliario e 3 medici convenzionati. Con questi ultimi, non trattandosi di dipendenti ma di libero professionisti con cui la Asl intrattiene un rapporto convenzionale, l’Azienda dovrà sospendere la convenzione.

Con le nuove delibere, le sospensioni finora adottate sono state 236 mentre continua a salire il numero delle revoche, 64 ad oggi, facendo scendere quindi a 172 quello degli operatori effettivamente sospesi.

Gli atti di revoca riguardano in parte coloro che si sono vaccinati e in parte coloro ai quali, chiarita la propria posizione che ha dato luogo alla revoca, è stato ritirato l’atto di sospensione.

Come per i precedenti anche questi 20 nuovi accertamenti di inadempimento vaccinale sono stati formalizzati all’Azienda dal Dipartimento di Prevenzione e inviati all’ordine professionale di competenza per gli adempimenti di legge.

Asl sottolinea ancora che fra i requisiti essenziali per la riammissione in servizio, serve aver completato il ciclo vaccinale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici e infermieri no vax: venti nuove sospensioni

FirenzeToday è in caricamento