menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici: i fiorentini criticano la fiction. Fra orgoglio e gaffe

In onda ieri sera le prime due puntate. Tanta suggestione ma anche falsi storici

Orgoglio ma anche tante polemiche. Ieri sera su Rai1 è andata in onda la prima puntata della fiction "I Medici", che racconta l’ascesa al potere a Firenze della famiglia Medici, concentrandosi sulla figura di Cosimo De Medici. Un evento televisivo su cui la tv pubblica ha puntato moltissimo: nel cast ci sono Dustin Hoffman e Richard Madden. E se i commenti dei fiorentini, molti dei quali arrivati attraverso i social network, hanno messo in risalto il forte senso di appartenenza di chi ha manifestato l'orgoglio di un evento televisivo così importante, le polemiche non potevano certo mancare.

Ieri sera sono andate in onda le prime due delle otto puntate: “Il peccato originale” e “La cupola e la dimora”, in cui colpisce l'immagine della cattedrale di San Giovanni senza ancora la cupola realizzata dal Brunelleschi. Ma i più attenti hanno fatto notare veri e propri falsi storici. "Dopo il primo bacio di Cosimo a Contessina de'Bardi, va in onda un panorama del fianco sud della Cattedrale di S. M. del Fiore. E sullo sfondo la cupola di S. Lorenzo, realizzata quasi 200 anni dopo", commenta Marco Ferri, giornalista che da anni lavora nella comunicazione dei Beni Culturali a Firenze. 

"L'ultima immagine della sigla della fiction Rai 'I Medici' (nella foto ndr). Siamo intorno al 1429 (anno della morte di Giovanni di Bicci, il quale muore il 20 febbraio, quando l'uva non c'è più nei filari delle vigne), quando la Cattedrale di Santa Maria del Fiore non ha ancora il Cupolone, ma in basso a sinistra si vede l'Arno, il Ponte Vecchio e soprattutto il Corridoio Vasariano, costruito nel 1565", fa notare ancora Ferri.

Insomma non toccate ai fiorentini la storia di Firenze. E' chiaro che la serie tv è stata realizzata per essere esportata anche all'estero: non tutti saranno così severi. Ma è pur legittimo, ed anche doveroso, che chi conosce la storia della città sottolinei queste discrepanze. Martedì prossimo e per i due successivi martedì andranno in onda le rimanenti sei puntate. Vedremo se la suggestione riuscirà a coniugarsi meglio con la storia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento