menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maturità 2020: Poste consegna le mascherine a studenti e docenti fiorentini

Recapitati oltre 300.000 dispositivi di protezione individuale

Poste Italiane ha consegnato per conto della Protezione Civile a 54 Istituti scolastici della provincia di Firenze i dispositivi di protezione individuale per gli studenti e i docenti impegnati nell'esame di maturità.

Molti gli istituti superiori coinvolti, come l’istituto Castelnuovo ed il liceo Leonardo da Vinci di Firenze, l’istituto Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo, l’istituto Virgilio di Empoli, l’istituto Marsilio Ficino di Figline e Incisa Valdarno e l’istituto Calamandrei di Sesto Fiorentino, per un totale di oltre 3.600 scuole in tutta Italia, dove l’esame di maturità potrà svolgersi in totale sicurezza.

In Toscana Poste Italiane, attraverso il network della società del gruppo SDA Express Courier, ha infatti consegnato oltre 304mila mascherine, tutte recapitate direttamente a scuola in tempo per sostenere gli esami.

L’Azienda, grazie alla capillarità della propria rete logistica, ha provveduto alle attività di trasporto, stoccaggio e distribuzione dei dispositivi sanitari acquistati dalla struttura commissariale per la gestione dell’emergenza covid19.

Una macchina imponente che nella prima fase, quella del rifornimento degli Hub logistici, ha utilizzato varie tipologie di trasporto, in primis quello via gomma, grazie alla collaborazione con la società Sennder, e via aerea, grazie alla società del gruppo Poste Air.

Poste Italiane, prima della consegna agli studenti, ai docenti e al personale di segreteria, ha provveduto, grazie anche a soluzioni altamente tecnologiche, al controllo della conformità delle mascherine e alla verifica del corretto imballaggio ed etichettatura delle confezioni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento