menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maturità 2017, "bocciato" il Ministero: sfondone ortografico sul sito del MIUR

Il commento online del consigliere Tommaso Grassi: "Il Ministero si merita la bocciatura". Domani prima prova per 500mila candidati

Errore blu di ortografia sul sito del ministero dell’Istruzione. Alla vigilia della prima prova, che si terrà domani mercoledì 21 giugno, proprio sulla pagina dedicata alla Maturità 2017 il Ministero aveva scritto la parola "traccie", aggiungendo una "i" di troppo. Una "svista" subito cancellata, senza però riuscire a impedirne la diffusione sui social network. 

Colpa della società di informatica che gestisce in queste ore gli aggiornamenti della pagina web dedicata agli esami di maturità, sostiene il Ministero: "Abbiamo visto il refuso sul sito degli esami di Stato e siamo subito intervenuti" - ha spiegato in una nota il dicastero diretto da Valeria Fedeli- "Si tratta di un errore di battitura che, naturalmente, non doveva esserci, tanto più su una pagina che riguarda gli Esami".

"Il fornitore tecnico che gestisce l'inserimento dei contenuti sul sito del Ministero - ha precisato il Miur quanto alle responsabilità - ci ha fatto pervenire una lettera di scuse per l'episodio accaduto che arreca un danno d'immagine alla nostra istituzione". 

"Domani iniziano gli esami di maturità e si parte dalla prova d'italiano" - commenta il consigliere Tommaso Grassi sul suo profilo Facebook- "Ma oggi il Ministero si merita la bocciatura dopo aver scritto "traccie" sul proprio sito. È importante studiare e investire nella formazione, cara Ministra..." La prima prova scritta, il tema di italiano, comincerà domani a partire dalle 8.30, mentr la seconda prova scritta è prevista giovedì 22 giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento