rotate-mobile
Cronaca

Due manifestazioni con corteo in città: possibili disagi alla circolazione

Il 13 dicembre 2011 la strage che costò la vita a Diop Mor e Samb Modou. Domani presidio con i sopravvissuti, tutt'oggi in estrema difficoltà. Nello stesso giorno in piazza Savonarola di scena l'estrema destra

A quasi 4 anni dal terribile assassinio di Diop Mor e Samb Modou domani in piazza Dalmazia tra le 16 e le 18 ci sarà una manifestazione per ricordare i due senegalesi uccisi dal simpatizzante di Casa Pound Gianluca Casseri, che ferì anche gravemente Moustapha Dieng, Cheikh Mbengue e Mor Sougou. Il presidio, in occasione del quale saranno piantate nuove piante intorno alla lapide che ricorda i morti e sarà ricordata la strage anche attraverso le parole dei sopravvissuti, è organizzato dal coordinamento Basta Morti nel Mediterraneo insieme a Comunità delle Piagge, Comitato 1° Marzo, Rete Antirazzista e Fuori Binario.

"La copertura mediatica di questo terribile evento fu enorme nelle ore e nei giorni immediatamente successivi, poi come sempre accade i riflettori si spensero per riaccendersi solo sporadicamente nel giorno dell'anniversario o di qualche passaggio importante per la vita dei sopravvissuti e delle famiglie coinvolte - spiegano gli organizzatori -. Ma appena i riflettori si spengono resta la realtà di vite spezzate: una vedova che a tutt'oggi dorme presso la Caritas, un uomo in sedia a rotelle che non ha prospettive per il suo futuro e due uomini che erano venditori ambulanti senza licenza e lo sono a tutt'oggi, solo come cittadini italiani". 

"Tutti loro avevano affetti, amicizie, lavori, difficoltà, famiglie. Vite, insomma. Vite che erano cominciate in Senegal e che furono spezzate o stravolte qui all'improvviso in una normale giornata come tante - proseguono -. Ecco il senso del presidio di sabato, tutti insieme a ricordare e a prendersi cura dell'angolo dove una lapide ricorda le due persone uccise e le tre ferite: piantare nuove piante e sistemare questa piccola area è il simbolo della nostra volontà di mantenere la memoria di quel gesto di morte contrapponendogli un gesto di vita".

MANIFESTAZIONI - Proprio nel giorno del ricordo, in un'altra parte della città, in piazza Savonarola, la formazione di estrema destra Forza Nuova sarà in presidio (ore 15) contro la recente approvazione della Camera della nuova legge sulla cittadinanza.  Non solo. Un contro-corteo, organizzato dalla sigla ‘Firenze antifascista’, si svolgerà in contemporanea da Piazza San Marco alla stazione di Santa Maria Novella. Il Comune fa sapere che saranno possibili disagi alla circolazione per le due manifestazioni.  Previsti divieti di sosta e di transito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due manifestazioni con corteo in città: possibili disagi alla circolazione

FirenzeToday è in caricamento