Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Roma blindata per la manifestazione di 'IoApro': petardi contro gli agenti, in piazza anche CasaPound

Tra gli organizzatori della protesta per chiedere la riapertura delle attività economiche il ristoratore fiorentino 'Momi' El Hawi

Roma blindata questo pomeriggio, per la manifestazione (non autorizzata) lanciata dal movimento 'IoApro', tra cui figura il ristoratore fiorentino 'Momi' El Hawi. In piazza slogan contro il governo e richieste di riaprire immediatamente le attività economiche chiuse da mesi.

"Siamo lavoratori, non criminali". "Libertà, libertà". "La polizia deve manifestare con noi", alcuni slogan, come riporta in dettaglio RomaToday, scanditi dai manifestanti.

Dopo le 15 la situazione si è surriscaldata. Insulti alla polizia e ai giornalisti, poi un fitto lancio di oggetti, soprattutto bottiglie di vetro, fumogeni e petardi, all'indirizzo delle forze dell'ordine.

Tra i manifestanti, oltre a tanti lavoratori, anche una cinquantina di esponenti di CasaPound, tra cui il leader fiorentino Saverio Di Giulio (nella fotogramma sopra, tratto dalla diretta di Local Team, il fiorentino Momi tra Di Giulio, alla sua destra, e Luca Marsella, consigliere di CasaPound del decimo municipio della capitale).

Su Twitter CasaPound ha rivendicato la propria presenza in piazza. "E' voluta dai ristoratori", si legge sul profilo Twitter del partito di estrema destra, affermazione però al momento non confermata dagli organizzatori.

casapound manifestazione ioapro roma-2

Mohamed 'Momi' El Hawi, ristoratore di Firenze e tra i leader del movimento Io Apro, su Facebook in diverse dirette ha denunciato che tanti ristoratori e imprenditori sono stati "bloccati sulle strade di Bologna, Napoli e Firenze" e anche alle "stazioni".

"Ci muoveremo rispetto della legalità. Tutti sono stati informati di non alzare nemmeno un dito anche se provocati. Non vogliamo essere etichettati - ha detto - noi siamo cittadini che hanno il diritto di manifestare. Toglierci anche questo sarebbe l'ultimo sopruso che non ci meritiamo". Proprio i leader di Io Apro si sono ad un certo punto posizionati in piazza, di fronte alla polizia, con le mani simbolicamente ammanettate.

Nel corso del pomeriggio, come mostra un altro video di RomaToday, la tensione è ulteriormente salita, con i manifestanti che hanno cercato di arrivare a Montecitorio, di fronte alla Camera, nonostante l'assenza di autorizzazione. Contro la polizia sono state lanciate anche bottiglie e bomba carta.

Domani, sempre a Roma, è prevista una nuova manifestazione che mette insieme ristoratori, ambulanti, commercianti, tassisti. Anche in questo caso tra gli organizzatori c'è un fiorentino, Pasquale Naccari, leader di Ristoratori Toscana e fondatore di Tni Horeca.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma blindata per la manifestazione di 'IoApro': petardi contro gli agenti, in piazza anche CasaPound

FirenzeToday è in caricamento