Cronaca

Movimento "IoApro" a Roma, la Questura: "Manifestazione non autorizzata"

Da Firenze i leader del movimento puntano la Capitale

Dopo gli scontri della scorsa settimana i sostenitori del movimento IoApro tornano in piazza nella Capitale per chiedere le riaperture dei propri locali sebbene la questura non abbia rilasciato loro l’autorizzazione alla manifestazione in quanto già concessa ad un’altra manifestazione. Come si legge in una nota della Questura di Roma: "A differenza di quanto affermato e diffuso sui social, però, si segnala che, con formale provvedimento redatto dalla Questura di Roma in data 9 aprile u.s., la piazza di Montecitorio è stata formalmente vietata per la giornata di domani (oggi per chi legge, ndr) ai rappresentanti del movimento “IoApro”, in quanto già concessa e, quindi occupata da un’altra manifestazione regolarmente preavvisata nei giorni precedenti, che si svolgerà nella stessa fascia oraria con la prevista partecipazione di 100 persone”.

Il servizio di ordine pubblico ha ribadito poi la necessità del rispetto delle prescrizioni attualmente in vigore in materia di contrasto alla diffusione del virus Covid-19 motivo per cui la piazza in questione potrà ospitare un numero massimo di 100 manifestanti. La manifestazione si terrà nel pomeriggio dalle 14 alle 19.

Il movimento IoApro, ieri ospitato prima da Lucia Annunziata (nel programma Mezz'ora in più) e in serata da Massimo Giletti (nel programma Non è l'Arena), ha spiegato: “Anche se ci è stato proibito di manifestare, saremo in cinquantamila a Roma a manifestare pacificamente. Ci sono centinaia di pullman e di auto che stanno venendo a Roma perché ci hanno proibito di manifestare”. Il movimento si unirà alla manifestazione autorizzata andando a sostenere l'associazione ristoratori “Roma più bella” davanti a Montecitorio. Luogo dove la scorsa settimana si registrarono tensioni tra manifestanti e forze di polizia: due agenti rimasero feriti e sette persone furono fermate. In merito a questo, Momi El Hawi ha chiarito: “Purtroppo si sono viste anche scene di violenza ma soprattutto di esasperazione in particolare di imprenditori”.

Malcontento peraltro macchiato dalla presenza di infiltrati, molti dei quali appartenenti all’estrema destra, motivo per cui gli organizzatori hanno preso le distanze dall’accaduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento "IoApro" a Roma, la Questura: "Manifestazione non autorizzata"

FirenzeToday è in caricamento