rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Curdi, sabato corteo regionale a Firenze contro la guerra della Turchia

Attese migliaia di persone: "Fermare l'aggressione militare"

Corteo regionale domani a Firenze per protestare contro l'aggressione militare della Turchia in Sira del nord, contro i curdi del Rojava. La partenza del corteo, al quale si attendono partecipanti provenienti da tutta la Regione, è prevista per le 15 in piazza Santa Maria Novella.

La manifestazione sfilerà per le vie del centro, passando per piazza Duomo, e terminerà in piazza Signoria, di fronte a Palazzo Vecchio. "Attraverseremo di nuovo la città, per denunciare gli interessi economici e finanziari italiani e la passività e complicità delle nostre amministrazioni che, di fronte a questa ennesima guerra, si riempiono la bocca di parole come 'democrazia e diritti umani', ma di fatto non pongono in essere fatti concreti, negando qualsiasi sostegno concreto alla resistenza kurda", si legge sulla pagina Facebook del Coordinamento toscano per il Kurdistan, a firma Toscana per il Kurdistan e Comunità Kurda Toscana.

"No alla guerra, no all'aggressione della Turchia in Rojava e Siria del Nord, per la liberazione del presidente Ocalan e degli 11.000 prigionieri politici in Turchia, per ritiro del Pkk dalla lista antiterrorismo UE, sosteniamo l’esperienza di liberazione popolare del movimento kurdo in Turchia e Siria del Nord", si legge ancora.

Oggi alle 15:30 invece è previsto un presidio a Campi Bisenzio, di fronte allo stabilimento della Leonardo Finmeccanica, per denunciare che da parte dell'Italia non c'è "nessuna reale intenzione di rinunciare alle relazioni con un partner economico importante come la Turchia, fra i principali acquirenti degli armamenti “made in Italy” prodotti da Leonardo-Finmeccanica, per conto dello Stato italiano anche nello stabilimento di Campi Bisenzio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curdi, sabato corteo regionale a Firenze contro la guerra della Turchia

FirenzeToday è in caricamento