Cure, mamma e due bambini in ospedale per un'intossicazione da monossido

I tre sono finiti ricoverati in ospedale e portati in una camera iperbarica. A dare l'allarme il marito della donna dopo esser rientrato a casa

Ieri una donna assieme ai due figli piccoli, di tre e cinque anni, sono stati ricoverati in ospedale a causa di un’intossicazione da monossido di carbonio avvenuta nella loro casa nella zona delle Cure. A causa delle esalazioni, come riporta la Nazione, il bimbo più piccolo è stato trovato privo di conoscenza.

A dare l’allarme il marito. Questo, appena rincasato, ha trovato i familiari in bagno in preda ai malori. Sul posto i vigili del fuoco. Secondo un'ipotesi, il gas è filtrato dalla soffitta dove c’è la caldaia sanitaria alimentata a metano. I bimbi dovevano fare il bagno. Adesso i tre sono stati portati in ospedale e ricoverati in una camera iperbarica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Incendio in centro: scooter in fiamme / FOTO 

  • Coronavirus: nuovo caso a scuola, classe in quarantena

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 21 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

  • Crisi Coronavirus: chiude lo storico Gran Caffè San Marco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento