rotate-mobile
Cronaca

Maltrattamenti: piomba in casa dei genitori nonostante il divieto, poi calci e minacce ai poliziotti. Arrestato giovanissimo

Il 22enne era già sottoposto al divieto di avvicinamento ai genitori e all'allontamento dalla casa familiare

E' sottoposto alle misure cautelari del divieto di avvicinamento ai genitori e dell'allontanamento dalla casa familiare, perché ha un processo in corso per maltrattamenti e rapina con violenza e minaccia nei confronti dei genitori, entrambi sopra i 65 anni.

Genitori che però due giorni fa, giovedì 9 settembre, se lo sono visto piombare nuovamente in casa, intorno alle 14:30.

I genitori hanno chiamato la polizia, che si è presentata all'abitazione, nel Quartiere 2, con quattro agenti.

Nonostante gli inviti il giovanissimo, 22enne fiorentino, non voleva uscire, ha iniziato a minacciare di morte gli agenti, a spintonarli e a scagliare calci contro di loro, in una colluttazione dopo la quale gli stessi poliziotti hanno ricevuto alcuni giorni di prognosi.

Il giovane è stato arrestato per minaccia aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e per violazione delle misure cautelari alle quali è tuttora sottoposto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti: piomba in casa dei genitori nonostante il divieto, poi calci e minacce ai poliziotti. Arrestato giovanissimo

FirenzeToday è in caricamento