Maltempo: la Regione con Empoli per chiedere risarcimenti / FOTO

Il governatore Enrico Rossi in visita col sindaco Brenda Barnini alle attività produttive colpite del centro storico e alla Santissima Annunziata

Oltre a un risarcimento per le attività produttive e i privati cittadini che hanno subito danni durante gli allagamenti verificatisi domenica 17 novembre a Empoli, dall’eventuale riconoscimento dello ‘stato di emergenza nazionale’ che la Regione Toscana chiederà allo Stato, potrebbero arrivare anche i fondi per realizzare il progetto di sistemazione straordinaria del Rio di Vitiana, a sud-ovest della città.

Si tratta di un’opera che andrebbe a ridurre il rischio idraulico del comprensorio del Rio di Vitiana che interessa le frazione di Avane, Santa Maria, Riottoli e Pratovecchio, per la quale servono circa 800.000 euro. La andrebbe a realizzare il Consorzio di Bonifica.

Si è parlato anche di questo ieri durante il sopralluogo che il presidente della giunta regionale della Toscana Enrico Rossi - insieme all'assessore Vittorio Bugli - ha svolto a Empoli incontrando il sindaco Brenda Barnini e la sua giunta, per poi visitare di persona alcune delle attività del centro storico colpite dal fango e la scuola Santissima Annunziata, per le quali sarà chiesto lo stato di emergenza nazionale.  

"Intanto tengo a rinnovare il ringraziamento a tutti gli uomini e le donne della Protezione civile - ha dichiarato il governatore Rossi -, della polizia municipale, ai volontari, ai cittadini, ai commercianti, alle associazioni e a tutti coloro che si sono messi in moto fin da subito, comprese le ditte di auto spurgo, ALIA, persino ex dipendenti comunali, e che hanno consetito nel giro di pochissime ore di ripristinare la normalità. Chiunque oggi arriva a Empoli e ad Avane, nelle zone più colpite, non trova più i resti di ciò che abbiamo vissuto nella giornata di domenica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora - ha spiegato il sindaco Brenda Barnini - è il tempo di fare dei bilanci e delle valutazioni, di mettere in moto, come abbiamo chiesto fin da subito, un sistema di risarcimento dei danni attraverso la richietsa di emergenza a livello nazionale. Per questo ringrazio il governatore Rossi - ha proseguito il sindaco Barnini - per essere stato presente oggi in città. Ma è anche il momento di pensare a interventi strutturali che incrementino sempre di più l’abbassamento del rischio. Questo è un territorio in cui negli anni sono state fatte cose importanti, grazie a queste opere l’evento di domenica di piena dell’Arno, il primo codice Rosso per il fiume da quando sono sindaco, non si è trasformato in alluvione. Rimangono ancora situazioni da sistemare e ci siamo messi già al lavoro su questo obiettivo. Non c’è dubbio che opere come le casse di espansione di Fibbiana e altre opere possono ridurre il rischio. Penso a Empoli e alle tre casse di espansione che saranno realizzate in zona Orme nei prossimi anni e all’allargamento del Rio Vitiana con cui abbiamo parlato col governatore". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Incendio al ponte all'Indiano, ripercussioni sul traffico / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento