rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Neve: migliaia senza luce per giorni, il governatore Rossi attacca Enel

A distanza di 48 ore in Alto Mugello non è ancora tornata la corrente

Lunedì sono caduti i primi fiocchi di neve sulle montagne attorno a Firenze provocando non pochi disagi. Traffico in tilt, rallentamenti sulla linea ferroviaria Faenza-Firenze ma soprattutto circa 2 mila 500 famiglie sono rimaste senza corrente per parecchie ore. Soltanto nella serata di oggi, a distanza di più di 48 ore, l'elettricità dovrebbe tornare in tutte le case dell'Alto Mugello.

Il Gruppo Enel fa sapere che i tecnici di e-distribuzione, la società che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, hanno lavorato tutta la notte per il completo ripristino del servizio elettrico. I disagi sono dovuti alla "nevicata e alle raffiche di vento che nei giorni scorsi hanno colpito le aree appenniniche della Toscana - fa sapere l'azienda - causando la caduta di alberi ad alto fusto, fuori dalla fascia di competenza Enel, sulle linee elettriche e rendendo pertanto difficoltosa la viabilità. Nella serata di ieri sono state definitivamente risolte le situazioni residue sulla montagna pistoiese, pratese e in Casentino e si è proceduto verso la normalizzazione del servizio in Alto Mugello, dove le squadre operative sono riuscite a raggiungere anche i luoghi di intervento più impervi, che fino a ieri non erano accessibili, e stanno concludendo le operazioni di installazione dei gruppi elettrogeni e ripristino definitivo del sistema elettrico".

Il governatore Enrico Rossi però ha criticato duramente la società di energia. "Scriverò una lettera sulla questione a Enel, perché non va bene che qualche decina di centimetri di neve mettano allagghiacciò 7 mila persone sole perché alcuni alberi cadono sulle linee elettriche. Enel deve imparare a fare la manutenzione - ha detto ieri il presidente della regione Toscana -. I cittadini pagano l'energia elettrica e se per portarla in Mugello si deve tenere sgombre dagli alberi le aree vicino ai pali della luce, non si vede perché questo non debba essere fatto. La caduta degli alberi non è un fatto ineluttabile ma prevenibile con saggio intervento di manutenzione".

Da oggi è obbligatorio in tutte le strade d'Italia viaggiare con catene a bordo oppure con pneumatici invernali. In Alto Mugello la Protezione Civile consiglia ancora di mettersi in viaggio solo se necessario, sebbene il sistema viario sia stato sgombrato da alberi e rami caduti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve: migliaia senza luce per giorni, il governatore Rossi attacca Enel

FirenzeToday è in caricamento