rotate-mobile
Cronaca

Strage di via Palestro, indagata e perquisita una donna: "guidò l'autobomba"

Sviluppi nell'inchiesta del Ros e della procura di Firenze sulle stragi 'sul Continente'

Una donna è indagata dalla procura fiorentina diretta da Giuseppe Creazzo per l'attentato del 27 luglio del 1993 a Milano, quando un'autobomba scoppiò davanti al Padiglione di Arte Contemporanea in via Palestro.

Nell'esplosione morirono tre vigili del fuoco, un agente della polizia municipale e un immigrato che dormiva su una panchina.

Secondo la ricostruzione dei pm fiorentini, sarebbe stata lei a guidare la Fiat Uno che conteneva l'esplosivo fino al luogo dell'attentato.

L'indagata è attualmente residente in Lombardia: ieri i carabinieri del Ros di Firenze hanno perquisito la sua abitazione, a Bergamo, alla ricerca elementi utili alle indagini.

Strage del '93: la stanza segreta di Graviano 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di via Palestro, indagata e perquisita una donna: "guidò l'autobomba"

FirenzeToday è in caricamento